AILANO / Verso le Amministrative 2019. Dall’ammodernamento della rete idrica e fognaria ad una nuova tratta verso Vairano Patenora: la lista di Vincenzo Lanzone traccia il suo programma elettorale.

Il comizio della lista “Insieme per Ailano” del candidato sindaco Vincenzo Lanzone (comunicato stampa).

Ieri in piazza regina margherita, una dei più bei affacci di tutto l’alto casertano, in una serata freddolosa ma gremita da tantissime persone, piena di famiglie e bambini, si è svolto il comizio della lista insieme per Ailano che ripropone come capolista il Sindaco della piccola cittadina matesina il Dott. Vincenzo Lanzone. Sicuramente poco felice è stata la scelta, proprio in occasione dell’annunciato comizio, atteso da giorni la scelta della lista rinascita che proprio dirimpetto al palco ha aperto la propria sede di rappresentanza, col rischio di creare problemi di ordine pubblico, ma la poca presenza, oltre ai candidati qualche sparuto familiare ha evitato che si creassero i presupposti. Il Sindaco in carica Vincenzo Lanzone ha esordito ringraziando la popolazione, i suoi sostenitori di allora e chi pur non votandolo in questi anni gli è stato ugualmente vicino, sostenendolo. Momento commovente è quando il Sindaco ha fatto riferimento alla sua vita personale e ha ciò che ha comportato dedicandosi a tempo pieno al suo mandato, ma non rinnegando nulla, perché ama il suo paese e gli Ailanesi. Proseguendo su tutte le cose che sono state fatte in questi anni e su ciò che al momento dell’insediamento è stato trovato con un comune quasi sull’orlo del collasso in termini gestionali e non solo. Dall’ammodernamento della rete idrica e fognaria, molto simpatico è stato l’aneddoto raccontato , che al momento dell’insediamento, non riuscendo a capire il perché della forte carenza idrica, si sono recati in località colli sede di un serbatoio dell’acqua potabile, dove riscontravano non solo una grossa perdita, ma che la stessa aveva creato negli anni, un piccolo laghetto lacustre abitato da anfibi e comportando oltre ad una mancanza di acqua nelle abitazioni anche un sovraccarico delle bollette elettriche in quanto le pompe adatte al pompaggio dell’acqua erano sempre in funzione 24 su 24, sistemazione degli alloggi popolari che erano stati assegnati pochi giorni prima delle passate elezioni amministrative, senza servizi igienici e quant’altro. Al riordino della rete pubblica di trasporto, inserimento grazie alla collaborazione del consorzio trasporti di una nuova tratta verso Vairano Patenora, e modifica degli orari di alcune tratte a beneficio dei lavoratori e studenti, alla promozione del paese, alla sistemazione anti sismica degli edifici scolastici con l’accorpamento in un unico istituto ti tutte le scuole di ordine e grado e con la realizzazione della mensa interna. Interminabile l’elenco delle cose fatte e di quelle ancora da fare. Il Sindaco ha voluto sottolineare che grazie al taglio delle indennità di Sindaco e consiglieri e allo stipendio del Sindaco sono stati finanziati in questi anni tantissime iniziative, dalle cure termali alla piscina gratuita per i ragazzi nel periodo estivo. Anche qui un elenco lunghissimo. Il comizio ha continuato con la presentazione dei candidati e dove Il Sindaco ha avuto parole commoventi e suggestivi per ognuno, raccontando aneddoti e le motivazioni che ognuno ha avuto per accettare la candidatura, momenti che hanno fatto vivere alle persone presenti, un’emozione che quella sul palco non era una compagine politica slegata, ma una compagine viva, fatte da persone legate non solo da una forte amicizia ma dall’interesse reciproco di fare il bene per il paese. La serata e poi proseguita con gli interventi dei nuovi candidati, dalla bella e giovanissima e ambientalista Florinda Marsella, che ha dimostrato nonostante la sua giovane età una forte determinazione, alla mamma Diana Sbriglia che ha commosso tantissime persone sulla piazza. Molto acuto e apprezzato l’intervento di Domenico Vessella, l’operaio edile, che ha ribadito di essere fiero di essere un lavoratore, un operaio, un padre di famiglia, attaccato proprio nei giorni scorsi, dagli avversari politici, proprio per il suo ruolo di operaio, a cui la piazza ha attribuito un lunghissimo applauso, a Massimo de Santis che ha esordito ringraziando il padre, da tutti conosciuto e amato, per i valori trasmessi. Prima di chiudere il comizio il Sindaco ha voluto ringraziare l’opposizione presente in consiglio che in questi anni l’ha spronato a far meglio, un’opposizione promotrice e non disgregatrice, che senza far nomi tutti hanno capito il riferimento a Giovanna Malinconico e Anna Paola Covelli, assenti in questa competizione, che però ha visto fra le sue file assente tantissime volte, proprio il candidato a sindaco della lista rinascita, che abbandonando la compagine precedente a creato un gruppo a se. Il Comizio è terminato Con Vincenzo Lanzone che ha ribattuto punto su punto tutte le accuse lanciate dalla lista rinascita smontandole, ricevendo lunghi appalusi da parte della piazza. Un comizio che rimarrà a lungo nella memoria di tanti per la tenacia e l’ardore messo e per i numerosi presenti che sono rimasti fino alla fine nonostante il freddo della serata.

Stampa
Lascia un commento comment2 commenti
  1. maggio 17, 23:57 Annalisa

    Bravi, andate avanti cosi , invece di ribattere sui punti e sulle tematiche espresse voi della lista rinascita attaccate le persone sul piano personale, credo che avete voluto pure la rattifica , leggendola, ma pensate di fare meglio… votero Vincenzo Lanzone anche perchè ha avuto il coraggio di mettere tante donne nella lista. Bravo.

    reply Reply this comment
  2. maggio 17, 13:54 Antonio

    emozione allo stato puro, ero in dubbio su chi votare, ieri ho cambiato idea.

    reply Reply this comment
mode_editLascia un commento

Fai clic qui per annullare la risposta.

menu
menu