Vitulano / Telese Terme. Controlli e prevenzione illeciti: primo accordo di programma in Campania tra Carabinieri Forestale ed Ente Parco del Taburno.

Diversi gli illeciti da monitorare e prevenuti sui 13mila ettari di territorio del parco: abbandono rifiuti, bracconaggio, pascolo abusivo, furti di legna e tagli boschivi abusivi, incendi dolosi, azioni di supporto per il progetto Rete Natura 2000.

Intensificazione dei controlli e prevenzione degli illeciti, come pure azioni di educazione ambientale sul territorio ricompreso nel Parco Regionale del Taburno Camposauro dai Carabinieri della Forestale regionale: sono questi gli obiettivi che verranno realizzati dal primo accordo di programma in Campania siglato con l’Ente Parco del Taburno e presentato al “Parco Avventura” di Camposauro, a Vitulano, che ha messo a disposizione in comodato d’uso gratuito 13 fototrappole e un drone per le 5 stazioni dei Carabinieri Forestale. Soddisfatto il presidente Costantino Caturano: “importante passo in avanti per la tutela dell’area protetta” ed il sindaco di Vitulano, Raffaele Scarinzi che ha definito l’accordo di programma “un’importante cambio di passo che garantirà una maggiore attenzione sul parco”. A coordinare le azioni sarà il comandante del Gruppo Carabinieri Forestale di Benevento, colonnello Gennaro Curto, che ha presentato anche i risultati delle operazioni svolte dal 1 giugno 2019 al 31 maggio 2020 tra Airola, Montesarchio, Telese Terme, Sant’Agata de’ Goti e Vitulano dai quali si evince con un vistoso calo degli incendi dolosi.

Stampa

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu