PIEDIMONTE MATESE. Comunità Montana Matese: lunedì 22 giugno al via i cantieri dopo il lockdown.

Decisivo l’incontro tra i sindacati e l’esecutivo guidato dal Presidente Francesco Imperadore (in giunta Mauro Martino, vice presidente e consigliere comunale a Piedimonte Matese, Damiano De Rosa, sindaco di Prata Sannita, Domenico Buccio, assessore a Ciorlano e Luigi Zazzarino, consigliere ad Alife).

Dopo il lungo periodo di lockdown dovuto al covid-19 con la conseguente chiusura anche dei cantieri degli operai baif della Comunità Montana zona del Matese, tutto sembra tornare alla normalità. Ed anche gli operai braccianti agricoli idraulico e forestali dell’Ente Montano matesino sono in procinto di riprendere le attività con i progetti avviati nei rispettivi 17 Comuni rientranti nell’ambito (da San Potito Sannitico a Gioia Sannitica, da Alife fino a Piedimonte Matese, Castello del Matese, San Gregorio Matese, quindi il versante del capriatese, da Capriati al Volturno, Letino, Gallo Matese, Valle Agricola, Fontegreca, Ciorlano, Ailano, Prata Sannita, Pratella, Raviscacnina  fino a Sant’Angelo D’Alife). Ieri mattina presso la sede di Via Comunale Sannitica alla frazione Sepicciano di Piedimonte Matese si è tenuto un incontro tra i sindacati e l’esecutivo guidato dal Presidente Francesco Imperadore, anche sindaco di San Potito Sannitico (in giunta Mauro Martino, vice presidente e consigliere comunale nella città capoluogo Piedimonte Matese, Damiano De Rosa, sindaco di Prata Sannita, Domenico Buccio, assessore a Ciorlano e Luigi Zazzarino, consigliere ad Alife). Ed ecco la decisione tanto attesa: anche grazie al fatto che non si registrano casi di covid-19 nei Comuni facenti parte della Comunità Montana a partire da lunedì prossimo, 22 giugno 2020, i cantieri possono riaprire, dunque i lavori e progetti avviati possono riprendere, naturalmente rispettando le disposizioni sanitarie tutt’ora in corso.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu