PIEDIMONTE MATESE / Verso le Amministrative 2021. Spaccatura nei 5Stelle: non condivisa la candidatura di D’Andrea, Florio verso la leadership.

Molta attenzione al territorio sta tenendo il gruppo dei grillini, che spesso ha coinvolto in manifestazioni pubbliche anche la parlamentare in carica, l’on. Margherita Del Sesto di Pietravairano.

Un’altra compagine che si sta attrezzando pronta a non farsi trovare impreparata nella consultazione prossima per il rinnovo del Consiglio Comunale a Piedimonte Matese è quella dei 5 Stelle, che sta cercando di mettere in piedi una squadra competitiva per contrastare i colossi di schieramenti di cui si sta parlando in queste settimane. Molta attenzione al territorio sta tenendo il gruppo dei grillini, che spesso ha coinvolto in manifestazioni pubbliche anche la parlamentare in carica, l’on. Margherita Del Sesto di Pietravairano, non ultima la campagna elettorale per le regionali ultime del settembre 2020, quando proprio a Piedimonte Matese ha fatto visita la candidata a governatore Valeria Ciarambino. Un primo elemento da considerare è, però, una spaccatura che vi sarebbe allo stato dei fatti all’interno del gruppo capitanato da Pietro Alessio Palumbo, Fernando Mercaldo e Maria Borreca: i più, difatti, non condividerebbero affatto la candidatura a primo cittadino di Gianfrancesco D’ Andrea. Al posto del dirigente scolastico di scuole primarie molto più gradita sembrerebbe, invece, la candidatura di Vincenzo Florio, storico esponente di lunga data del movimento di Grillo proprio nel matesino. La candidatura di Florio, del resto, troverebbe appoggio e sarebbe sponsorizzata anche dal collaboratore proprio dell’On. Del Sesto, Giuseppe Angelone. Dunque solo in lista i vari Palumbo, Mercaldo, Borreca e Mauro Bove.

Stampa
Lascia un commento comment1 commento
  1. Gennaio 13, 15:39 Vincenzo florio

    E già! Io sarei quello da escludere.
    Quello che dà fastidio.
    Ovvio.
    E peccato che abbia capito tutto con estremo ritardo. Ma come si dice? Non è mai troppo tardi.
    Il fastidioso ed umile Vincenzo vi saluta e torna ad essere quello che è sempre stato e tra chi è sempre stato: la gente, la mia gente!
    Quella gente che ha punito la vostra ipocrita politica.
    Quella politica che ha annunciato un #Cambiamento e si è ritrovata ad avere a che fare con la più grande bugia mai espressa nella recente storia italica.
    Avete rinnegato tutto!
    Evito di compilare l’elenco.
    Ma ciò che è peggio questo annunciato fallimento, questa enorme delusione, questa inattesa speranza di cambiamento la si deve alla scellerata scelta di aver fatto salire sul Carto dei Vincitori ( quello che il Movimento ha guidato per un breve periodo ) una variegata ed informe massa di bizzarri e colorati personaggi provenienti da ogni sponda politica. I trasformisti.
    Cioè quelli che da una vita cambiano colore ed opinione pur di lustrare le scarpe al potente di turno.
    Lo avete fatto in piena coscienza, ed è questo tutto quello che vi ritrovate a gestire oggi: una banda di lustrascarpe e, per chi tenta di comunicare, con semplicità, un pensiero genuino ed onesto, scatta l’epurazione con diffamazione in allegato.
    Non so voi, ma io sono sereno, e con grande serenità vi dico #addio perchè errare è umano ma perseverare è diabolico.
    Ho i miei limiti, e li riconosco tutti, ma voi, che vi ergere da giudici da Santa inquisizione, li avete pesati i vostri?
    O forse ancora vi parlate addosso guardando la vostra immagine in una pozzanghera di acqua piovana?
    Perchè tale siete.
    Acqua piovana! ma purtroppo radioattiva, quella che non fa bene neanche a dissetare l’erba medica, laddove pascolano le pecorelle che tentate di manipolare con il solo fine di tosarle e poi venderle al mercato.
    Peccato!
    Io ci credevo, come ci hanno creduto milioni di quegli italiani che nel giro di un anno, in milioni vi hanno prima detestato e poi abbandonato.
    Il futuro è già scritto.
    Grazie alla vostra politica territoriale che ha solo creato faide ed odio, avevate un consenso che dal 34% oggi non va oltre il10.
    Bravi. Complimenti!
    Non passeranno che pochi mesi e da 300 che sono i vostri ex guerrieri, divenuti tonno in scatola, poltronisti, attivisti, arroganti della prima ora, sarete una sparuta minoranza.
    Ma si sa che i colpi di coda della bestia morente sono quelli più pericolosi, per cui mai come oggi lo sport che più vi appassiona è la caccia al “nemico” ( quella che vi ha insegnato Salvini in 16 mesi di culo e camicia), al traditore, insomma vi serve un capro espiatorio addosso al quale vomitare tutta la vostra inadeguara approssimazione.
    Altro che Cambiamento!
    Voi siete a tutto titolo un pessimo remake da prima becera Repubblica democristiana.
    D’altra parte è da lì che provenite, è nella vostra genetica piccolo borghese di fantasmi mai divenuti attori, con la bava alla bocca verso chiunque vi ha sempre giustamente esclusi perché vi ben conosceva, pericolose amebe pronte a tutto pur di avere un posto al sole.
    Addio, cari ex, ex tutto, o forse nemmeno ex … perche non siete mai stati niente, nè siete e mai sarete qualcosa.
    A voi dedico questo brano … perchè “ho ancora la forza … e al mondo sono andato e dal mondo son tornato sempre vivo ….”
    https://youtu.be/m_RWNyjZffM

    reply Reply this comment
mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu