PIEDIMONTE MATESE / MARCIANISE. Assenza di macchinari, quasi 50 km per processare i tamponi covid: l’appello delle locali istituzioni. Il servizio RAI: guarda il VIDEO.

A parlare per tutti il presidente della Comunità Montana Matese, Michele Caporaso, il consigliere provinciale Alessandro Landolfi ed Alessandro Fragola del Collettivo Primo Maggio 1934 di Piedimonte Matese.

(Servizio di Pasquale Piscitelli)

Da Piedimonte Matese a Marcianise, quasi 50 km, per processare i tamponi della zona Comunità Montana del Matese per l’assenza di macchinari nell’ospedale locale: immaginabile il notevole disagio per i cittadini. Dunque, oltre il disagio della distanza tra i Comuni anche la difficoltà, durante questa emergenza sanitaria, di poter processare i tamponi molecolari per la ricerca del covid nei laboratori dell’Ospedale civile di Piedimonte Matese. Oltre al macchinario, anche il personale nella piana organica per rilevare il coronavirus pandemico. Ed ogni giorno tamponi in viaggio: attese dunque lunghe per avdere la risposta al tampone molecolare e poter intervenire sul paziente, per un’ospedale da sempre in affanno. “Ho chiesto a nome di tutti i sindaci della Comunità Montana che venga acquistato questo apparecchio – chiosa il sindaco di Sant’Angelo D’Alife, Caporaso per processare i campioni in loco”.

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu