Sannio / Finanza. Celebrazione festività di San Matteo, patrono del Corpo della Guardia di Finanza.

Nella incantevole Chiesa di “Santa Sofia” di Benevento – Patrimonio Mondiale dell’UNESCO –, è stata celebrata, nella mattinata odierna, la Santa Messa in onore di San Matteo, proclamato Santo Patrono della Guardia di Finanza nel 1934 da Papa Pio XI. La celebrazione eucaristica è stata officiata da S.E. Rev.ma Mons. Felice Accrocca Arcivescovo Metropolita di Benevento, alla presenza di un’ampia rappresentanza delle Fiamme Gialle sannite, in servizio ed in congedo, con la partecipazione delle massime Autorità, civili e militari, e dei parlamentari locali, che hanno voluto condividere con i finanzieri il momento di preghiera e raccoglimento, suggellando la solennità della ricorrenza.

La funzione religiosa ha rappresentato anche occasione di riflessione sulla profonda vocazione sociale della “missione” assegnata al Corpo, il cui operato è funzionale all’affermazione e custodia dei valori di giustizia, legalità ed equità sociale che, sul piano dell’utilizzo delle risorse pubbliche destinate al sostegno di famiglie ed imprese, si traduce in attenta vigilanza affinché le stesse affluiscano a coloro che versano in situazioni di effettivo bisogno e siano utilizzate nel rispetto della legge.

Tale peculiarità dell’azione del Corpo, accennata nell’omelia di Mons. Accrocca, ha voluto rimarcare, in particolare, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di BeneventoCol. Eugenio Bua -, nel suo intervento a conclusione della celebrazione, nel corso del quale ha ringraziato l’Arcivescovo, per l’invocata protezione e guida del Santo Patrono sull’operato delle Fiamme Gialle, tutte le Autorità intervenute, per la vicinanza e la stima in ogni circostanza manifestate.

A chiusura del breve discorso pronunciato, il Col. Bua ha voluto rivolgere un pensiero di riconoscenza a tutti i finanzieri di ogni ordine e grado, in servizio ed in congedo, per la dedizione profusa nel lavoro quotidiano nonché ai familiari che ne condividono i sacrifici, tra i quali particolare vicinanza ed un ricordo commosso sono stati espressi a quelli dei militari in servizio prematuramente scomparsi.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu