PIETRAMELARA. I beni immateriali della Regione Campania, Capaccio Paestum 2023: in città la prima rassegna.

tra i 98 beni immateriali riconosciuti c’è il pellegrinaggio di Castelpetroso.

Questa mattina e per i prossimi giorni anche Pietramelara sarà presente alla Prima rassegna del patrimonio immateriale della Campania.

Un impegno preso qualche anno fà ed arrivato finalmente al traguardo tanto atteso.

Impegno, determinazione e una importante ricerca, hanno permesso che tra i 98 beni immateriali riconosciuti c’è il pellegrinaggio di Castelpetroso.

Il lavoro è stato condotto dal consigliere delegato Giovanni Zarone e la dott.ssa Assunta Campi, molto sensibile all’argomento e che da sempre è impegnata nell’attività di ricerca nell’Alta terra di Lavoro.

Grazie al supporto tecnico e artistico dei fratelli Gerardo Lauro e Gino Lauro, che hanno realizzato il video di presentazione che da oggi viene proiettato nel grande complesso NEXT – Nuova Esposizione Ex Tabacchificio SAIM di Paestum, la nostra comunità è presente alla rassegna IPIC.

Al convegno di apertura vi hanno preso parte componenti della Giunta regionale, docenti delle Università, ricercatori e giornalisti, tutti hanno usato la formula della tutela del patrimonio dei nostri territori. Tutela che mira a proteggere sia del patrimonio materiale (musei, castelli, opere d’arte) sia quello immateriale, come le tradizioni, il sapere e tutto ciò che lega una comunità.

La comunità pietramelarese, da oltre 100 anni si riconosce anche nel Pellegrinaggio di Castelpetroso, e ci unisce anche a chi pietramelarese non lo è.

Tutto questo è ancora vivo grazie a tutti i cittadini di pietramelara che di generazione in generazione hanno proseguito questa tradizione, mantenendo intatto il senso di comunità.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu