Venafro / Bojano / Agnone. Patto per la sicurezza, saranno installate le telecamere in ogni Comune: serviranno a prevenire i danni ai beni pubblici, danneggiamenti ambientali, spaccio di stupefacenti.

venafro telecamere comuniCampobasso, Isernia, Bojano, Campomarino, Guglionesi, Larino, Montenero di Bisaccia, Riccia, Termoli, Agnone e Venafro: sono i Comuni molisani che, dopo la stipula il 13 febbraio scorso del Patto per la Sicurezza, sottoscritto da Regione Molise, Prefetture di Campobasso ed Isernia e Comuni, hanno fatto un ulteriore passo avanti al progetto esecutivo, attraverso un incontro interlocutorio al fine di ascoltare le esigenze delle amministrazioni. Obiettivo, attraverso l’installazione dei sistemi di sorveglianza, quindi poter controllare tutti i Comuni aderenti, è la prevenzione ed il contrasto dei fenomeni di danneggiamento dei beni pubblici e privati, lo spaccio di sostanze stupefanti, il degrado ambientale, il disordine urbano, aumentando altresì la percezione di sicurezza e qualità della vita. Così Cotugno, Consigliere delegato alla Programmazione, ed incaricato dalla Regione a coordinare le attività del Patto: Negli ultimi tempi anche le nostre Comunità sono state protagoniste di un incremento delle attività delinquenziali, che purtroppo danneggiano l’immagine dei nostri piccoli centri, aumentando la sensazione di insicurezza dei nostri cittadini. In questo quadro e in considerazione del numero sempre più esiguo di personale appartenente alle Forze dell’Ordine, c’è quindi la necessità di far ricorso a nuovi sistemi integrati che, avvalendosi della più elevata tecnologia, supportino le attività di sicurezza urbana. Per questo come valido strumento di rassicurazione, negli ultimi anni le Amministrazioni stanno ricorrendo all’uso di sistemi di videosorveglianza, anche per dare una risposta immediata contro gli atti delinquenziali e offrendo ai cittadini un maggiore senso di sicurezza, rispettando ovviamente anche la loro privacy”.

Stampa

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu