ALIFE. Successo per la “Fiaccola della Pace” con l’Istituto Comprensivo diretto dalla Pascale, nominata “Scuola di Pace”.

alife-giornali-fiaccola-paceLa rivoluzione nonviolenta dei giovanissimi che marciano per la Pace e per ricordare la Strage di Capaci, lungo per l’ antica città romana.

“L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà della persona…(art.11 Costituzione). Questa la frase riportata sulle magliette bianche indossate dagli alunni che hanno realizzato una magnifica coreografia di Pace. Una lunga e interminabile scia bianca che ha attraversato le strade del centro storico dipingendole con i colori della Pace. Con la presenza di tutti i plessi dell’ Istituto Comprensivo di Alife (compreso San Michele e Totari) diretto da Anna Maria Pascale, si è svolta stamane lunedi 29 Maggio 2017 ad Alife la marcia per la Pace per celebrare lo storico passaggio della Fiaccola della Pace dei 100 anni dalla grande guerra. L’evento in Alife è giunto alla sua II Ed.ne ed ha voluto ricordare anche il 25° anniversario della Strage di Capaci e di Via D’ Amelio che ricorrono quest’anno. Tanti, tantissimi i partecipanti giovani speranza e futuro di questa terra, che hanno preso parte attiva al corteo. L’evento della Fiaccola della Pace fa parte delle celebrazioni che commemorano i 100 anni della triste guerra ed è promosso in questa provincia dal Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato III Millennio, presieduto dalla testimonial di Pace Agnese Ginocchio, presente stamane con i Soci del Consiglio del Direttivo: Gino Ponsillo vice presidente, Rosa Arbolino consigliera, Andrea Pioltini, Anastasio Napoletano Sindaco di Raviscanina ed il giovane volontario Pasquale Biondi. Ospite, il referente attivista del Movimento Agende Rosse di S. Borsellino(fratello del giudice Paolo) Mimmo Marzaioli, che ha portato il suo intervento sulle Stragi di mafia. Con la consegna della Fiaccola alla rappresentante dell’Istituto Comprensivo di Alife, la baby Sindaco Giulia Santangelo, il Corteo è partito dalla piazza adiacente la casa comunale attraversando l’intero corso principale di Via Napoli – Roma, per poi giungere verso Porta Roma,di lì costeggiando le mura romane, si è snodato in direzione di Via Volturno, per giungere davanti al Monumento vivo dedicato a tutti i caduti delle guerre, attentati, stragi, terrorismo e mafie, l’Albero della Pace, dov’è anche presente l’edificio della Scuola dell’infanzia. All’ evento ha ufficialmente presenziato la delegata del Sindaco di Alife, la consigliera comunale Debora Zazzarino, che ha portato i saluti del Sindaco Salvatore Cirioli, e che alla quale successivamente il Direttivo del Movimento per la Pace ha consegnato l’appello di Pace in segno di impegno, così come prevede lo svolgimento del cerimoniale. Dell’amministrazione comunale inoltre sono stati presenti il Capogruppo consiliare di opposizione Roberto Vitelli con la consigliera Michela Visone. Presenti anche il Circolo della terza età con il presidente Franco Montalbano, la comunità musulmana matesina con l’Imam Moustafa Lattaf ed i giovani del Servizio Civile della Pro Loco Alifana: Giovanni Renzo, Eliane Rapillard e Marialucia Macchiarelli. Il Forum giovani impossibilitato per impegni di studio, ha inviato la sua adesione. Presente anche il Sindaco di Raviscanina Anastasio Napoletano. Dopo il saluto della Dirigente scolastica e a seguire gli interventi sul tema della giornata da parte del rappresentanti degli alunni delle classi V della primaria, delle I, II e III della scuola secondaria di I grado è avvenuta la declamazione dell’appello di Pace culminato poi con la sigla del “Patto di Pace” tra la dirigente Scolastica Anna Maria Pascale e la presidente del Movimento per la Pace Agnese Ginocchio, con la quale è stato consegnato all’ Istituto Comprensivo la nomina di Scuola di Pace. Il finale affidato ai giovani con il volo di tanti palloncini colorati per esprimere tutti i desideri di Pace per le nostre comunità e per il mondo in un tempo in cui all’orizzonte sono sempre più minacciosi i venti di guerra. Unanime il messaggio di tutti gli intervenuti. “Occorre affermare il valore della Pace, quale alternativa agli scontri di civiltà. Non può esserci Pace senza affermazione della Verità e della Giustizia, al contrario quando si afferma la Verità e la Giustizia regna la Pace, perché valori che camminano di pari passo. Pace significa rispetto per la legalità, pratica della nonviolenza, in politica, nella società, in famiglia. Pace significa imparare ad educare alla Pace “. Dunque una giornata memorabile quella odierna, che nel segno della Pace ha unito giovani, istituzioni e rappresentanti di ogni religione:; Questa è la strada, dove c’è Pace c’è unione e l’unione fa rete. La divisione è invece sinonimo di assenza di Pace. Grande giornata carica di speranza e di futuro per questa terra. La scuola con i giovanissimi, diventa davvero l’ unico punto di riferimento e l’unica risorsa da dove passa la cultura, l’istruzione, l’educazione e la formazione alla responsabilità, ai diritti e alla Pace. Un sentito ringraziamento a tutti i partecipanti. La presenza infatti è stata segno di testimonianza. L’Istituto Comprensivo di Alife da oggi gode del titolo di “Scuola di Pace”, ogni alunno che la frequenta deve essere testimone e costruttore di questo valore incommensurabile dal quale dipende il futuro del mondo e custode infine dell’Albero della Pace, questo il messaggio affidato a tutti gli alunni attraverso la baby Sindaco ed il Consiglio comunale junior. Un sentito ringraziamento alle docenti della funzione strumentale fra cui Maddalena Di Muccio e Giovanna Riccitelli e alle docenti di tutti i plessi dell’Istituto comprensivo ( a cui è stato consegnato un attestato di ringraziamento) per aver lavorato assiduamente affinché questa giornata potesse dare la massima espressione di un serio impegno scolastico preso a cuore. Si ringrazia anche la Polizia Municipale con il comandante Luigi Iannelli per il servizio d’ordine.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu