ALIFE. Ecco il sistema di videosorveglianza: già presentato all’Ente provinciale il progetto da 214mila euro che prevede telecamere da sistemare in diversi punti del territorio comunale.

Progetto a costo zero per l’ente comunale in quanto redatto da un tecnico interno alla struttura (ing. Raffaele D’Abbraccio): quadro economico che prevede una spesa a corpo di 133mila euro.

Presto in città un sistema di videosorveglianza nell’ambito degli “interventi di controllo e messa in sicurezza del territorio comunale e tutela dell’ambiente”. L’inziativa dell’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Maria Luisa Di Tommaso, su particolare sollecito del consigliere incaricato Luigi Zazzarino (nella foto), che ha visto già il passaggio in giunta, richiama la necessità di installare l’attività di controllo del territorio comunale e tutela dell’ambiente dove molto spesso si sono verificati continui fenomeni di danneggiamenti, furti, sia all’interno delle abitazioni, sia delle attività produttive come delle automobili parcheggiate lungo le strade, senza trascurare i continui sversamenti incontrollati di rifiuti negli spazi pubblici che hanno determinato mini discariche abusive. Per queste ragioni, l’Amministrazione si è decisa ad attivare un sistema di videosorveglianza urbana ed extraurbana al fine di migliorare le condizioni di sicurezza cittadina e, in particolare, rafforzare l’attività di prevenzione contrasto dei fenomeni di criminalità ed abusivismi sempre più diffusi.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu