S. Maria C.V. Muore folgorato appoggiandosi ad un lampione della luce: scattano due avvisi di garanzia per la morte di un 25enne.

Ad aprile la coppia aveva celebrato la promessa di nozze e, si è appreso proprio dopo il dramma,

Due avvisi di garanzia per la morte di Giovanni Cepparulo, il ragazzo rimasto folgorato da un lampioncino della luce, in particolare a carico  dell’amministratore del condominio dove si è consumata la  tragedia e del titolare della ditta che si occupa della manutenzione nel parco Solaria. Un atto dovuto, così come è stato spiegato dalla Procura sammaritana, per garantire i diritti difensivi in vista degli accertamenti tecnici che si andranno a compiere. Già conferito intanto l’incarico al medico legale per l’autopsia sul corpo del 25enne rimasto ucciso dopo aver toccato un palo della luce nel  parco dove vive la sua fidanzata che, avendo dimenticato le chiavi per l’accesso, aveva difatti quasi costretto il fidanzato a scavalcare il cancelletto non volendo la stessa svegliare i genitori a tarda notte. Il 25enne, difatti, secondo la ricostruzione della polizia del locale commissariato, saarwbbe morto folgorato dopo aver messo la mano sul lampione di ferro mentre scavalcava la siepe: erano di ritorno da una serata con amici, insieme alla fidanzata, e quando si sono accorti di non avere le chiavi, per non svegliare i genitori di lei, il ragazzo ha scavalcato l’inferriata che dà sulla strada. Si è appoggiato al palo ed è partita la scossa fatale che non si sa cosa abbia originato. Due città sotto choc per la morte di Giovanni, S. Maria e San Prisco, suo paese natale, dove il ragazzo avrebbe sposato la sua fidanzata il prossimo 3 settembre. Ad aprile la coppia aveva celebrato la promessa di nozze e, si è appreso proprio dopo il dramma, Giovanni aveva chiesto l’utilizzo della sala condominiale del Parco perché il prossimo 29 agosto voleva dedicare una serenata alla sua fidanzata.

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato né condiviso con terze parti. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori. *

menu
menu