PIGNATARO MAGGIORE / DRAGONI. Provincia, elezioni: Lavornia rinuncia, si spalancano le porte per Magliocca. Il giovane sindaco di Pignataro candidato per la presidenza nel centro destra.

pignataro-maggiore-magliocca-giorgio-giunta-del-vecchio

Il prossimo 12 ottobre solo i consiglieri comunali in carica saranno chiamati alle urne per eleggere il nuovo consiglio provinciale.

Strada spianata per la candidatura alla Presidente dell’Ente Provincia di Caserta per la coalizione di centro destra per il giovane sindaco di Pignataro Maggiore, Giorgio Magliocca, dopo la volontaria rinuncia del presidente uscente facente funzioni, Silvio Lavornia, primo cittadino di Dragoni, anch’egli subentrato nella carica come consigliere più anziano dopo le dimissioni del presidente in carica, Angelo Di Costanzo, sindaco all’epoca dei fatti di Alvignano, coinvolto direttamente nel famoso scandalo giudiziario “Assopigliatutto”. E se dunque Lavornia decide di rinunciare alla corsa, Magliocca accetta ben volentieri di sfidare il sindaco di Caserta, Carlo Marino, uomo di spicco del Pd provinciale in questo periodo, da tempo candidato del centro sinistra. Per buona pace dunque della Petrenga, che aveva sponsorizzato fino alla fine la candidatura di Lavornia, ma ha dovuto fare i conti con due consiglieri regionali in carica, Zinzi e Grimaldi, e con l’on. Carlo Sarro, tutti concordi nel proporre un nome nuovo e diverso, individuandolo in Magliocca, considerato una candidatura più competitiva rispetto alla fascia tricolore del piccolo centro dell’Alto Casertano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.