CALVI RISORTA. “Responsabile dell’ufficio tecnico… siamo alla farsa”: l’intervento del gruppo politico “Orizzonte Comune”.

“Non solo il Sindaco non si è preoccupato di nominare un responsabile del settore amministrativo che sostituisse Caparco, ma ha nominato lo stesso anche responsabile del settore tecnico, pur non essendo questi più presente al comune fino alla data del proprio pensionamento”.

di Luciana Antinolfi

Quante volte abbiamo sentito dire dal Sindaco di non poter operare in assenza di un responsabile del settore tecnico? Era diventata questa, per la “banda” Lombardi, una scusa buona per giustificare ogni tipo di inerzia amministrativa. Troppo fiduciosi in una rapida ed ottimistica risoluzione del problema, hanno dovuto fare marcia indietro quando, il 12/10/2017, il Ministero dell’Interno ha sostanzialmente censurato la loro ipotesi di bilancio, evidenziando gli stessi errori contabili illustrati dalle opposizioni nel consiglio dell’11/09/2017, bloccando al contempo eventuali assunzioni di personale nei settori tecnico e finanziario. Dopo 4 mesi di immobilismo, dunque, il Sindaco si è finalmente accorto di avere in dotazione organica due figure apicali di categoria D, oltre al Segretario Comunale, nominando il dott. Giuseppe Caparco, funzionario di categoria D che aveva già ricoperto tale incarico prima dell’elezione del dott. Lombardi a sindaco, responsabile ad interim dell’UTC con decreto prot. 10129 del 09/10/17. Il decreto di Caparco è stato rinnovato dal Sindaco di mese in mese, anche se l’accordo iniziale prevedeva una alternanza nel ruolo tra Caparco e la segretaria comunale. Se non che il dott. Caparco, dopo 40 anni di onorata carriera, sarà collocato a riposo per il raggiungimento del limite di età anagrafico per il diritto a pensione di vecchiaia, con decorrenza dal 31/01/2018 e, nel frattempo, a partire dall’11/01/2018, lo stesso è in congedo ordinario fino alla data del pensionamento. In altri termini Caparco, di fatto, non sarà più presente in comune ma, il Sindaco, come se fosse ignaro di tutto ciò, ha firmato il decreto sindacale prot. 262 del 9 gennaio 2018, con il quale ha nominato lo stesso responsabile ad interim del settore tecnico fino al 31 gennaio 2018! Non solo il Sindaco non si è preoccupato di nominare un responsabile del settore amministrativo che sostituisse il dott. Giuseppe Caparco, ma ha nominato lo stesso Caparco anche responsabile del settore tecnico, pur non essendo questi più presente al comune fino alla data del proprio pensionamento. Siamo davvero alla farsa, non ci sono altre spiegazioni. Vorremmo ricordare al Sindaco che, in questi casi, sia il regolamento degli uffici e dei servizi che quello sul sistema dei controlli interni prevedono la nomina del segretario comunale per sostituire i responsabili dei settori assenti per brevi periodi.
Ma di questo passo rischiamo che il Sindaco nomini Caparco responsabile tecnico pure da pensionato! Ma non finisce qui! E farsa con farsa, nessun timore per la carica di assistente sociale, qualche “assessore” sembra si sia già attrezzato. E tutto intorno tace!

Diteci cosa ci state a fare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.