PIEDIMONTE MATESE. Niente soldi per le scuole a 6 mesi dall’inizio dell’anno scolastico, l’accusa del gruppo di Grillo. Il sindaco Di Lorenzo si difende: “colpa del vecchio bilancio”.

“L’invito è ad essere propositivi come fatto dal gruppo “Noi Piedimonte” rispetto ad iniziative di sviluppo sul Matese che abbiamo condiviso e raccolto con estremo piacere”.

Siamo stati eletti e ci siamo insediati nel giugno 2017 e stiamo amministrando sulla base del bilancio di previsione ereditato ed approvato nell’aprile 2017, cioè tre mesi prima delle nostre elezioni – si giustifica il primo cittadino Luigi Di Lorenzo. Per stanziare somme avremmo dovuto fare variazioni di bilancio di cui non avremmo avuto coperture e quindi impossibili da attuare anche a causa del dissesto finanziario ereditato caratterizzato da un azzeramento dei flussi ed una capacità di riscossione estremamente carente da anni”. Tale specifica segue una precisa interrogazione consiliare presentata dal gruppo di minoranza “SiAmo Piedimonte” che fa capo all’avv. Carlo Grillo. “Detto ciò rassicuriamo la minoranza riguardo alla presenza di somme dedicate nel redigendo bilancio di previsione 2018. Poiché siamo per la politica dei fatti al di là di interrogazioni pretestuose siamo da circa un anno in attesa di proposte concrete da parte del gruppo “SiAmo Piedimonte” che se avesse letto il bilancio di previsione 2017 avrebbe evitato una inutile e pretestuosa interrogazione. L’invito è ad essere propositivi come fatto dal gruppo “Noi Piedimonte” (di Fabio Civitillo, ndr) rispetto ad iniziative di sviluppo sul Matese che abbiamo condiviso e raccolto con estremo piacere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.