PIEDIMONTE MATESE. Voto contrario del gruppo “SiAmo Piedimonte” al bilancio di previsione 2018-2020: “preludio di una gestione fallimentare”. IL VIDEO.

“si fonda su progetti generici e fantasiosi, per la cui realizzazione vengono poste a copertura di spesa entrate fittizie e non del tutto attendibili”.

“Il nostro Gruppo consiliare ha espresso VOTO CONTRARIO all’approvazione del bilancio di previsione 2018-2020 presentato dall’Amministrazione Di Lorenzo al Consiglio Comunale del 9 aprile 2018. Le ragioni che ci hanno indotto ad esprimere un voto negativo – scrivono i consiglieri – si sostanziano essenzialmente nella considerazione che questo bilancio ci è apparso il preludio di una gestione fallimentare, poiché si fonda su progetti generici e fantasiosi, per la cui realizzazione vengono poste a copertura di spesa entrate fittizie e non del tutto attendibili. In primis si ipotizza di recuperare in entrata i proventi dell’evasione tributaria per un ammontare di € 500.000 per ogni annualità. In altri termini, per ciascun anno, l’amministrazione prevede di recuperare € 300.000 € di ICI e 200.000 € di TARSU. Abbiamo riscontrato, inoltre, altrettanta incertezza sull’entrata prevista dall’alienazione di beni di proprietà comunale, da cui l’amministrazione ipotizza di ricavare € 445.216,57 €, senza neppure aver avviato alcuna procedura. Ulteriori “cifre ballerine” si rinvengono con riferimento agli importi indicati nel Documento Unico di Programmazione presentato dalla maggioranza per il programma triennale dei lavori pubblici e quelli (che dovrebbero essere corrispondenti) nelle entrate e nelle uscite delle “Spese in conto capitale”. L’ammontare del Fondo di Solidarietà comunale differisce rispetto a quello indicato dal Ministero dell’Interno, pur essendo un dato certo e certificato. Infine, è un bilancio che finanzia le spese attraverso il meccanismo di anticipazione di tesoreria, che di fatto è un prestito elargito dalla Banca, su cui la cittadinanza paga gli interessi. L’importo che l’amministrazione intende richiedere in prestito è elevatissimo rispetto alle concrete capacità di indebitamento: 15 milioni di euro. Il dato è preoccupante, anche  alla luce delle raccomandazioni della Corte dei Conti, che considera l’anticipazione di tesoreria una soluzione estrema, cui si può ricorrere in presenza di determinate condizioni, per un tempo ed un ammontare limitato. Abbiamo rappresentato queste, ed altre perplessità al Consiglio Comunale, ricevendo dal Sindaco risposte evasive e poco pertinenti, al limite con la maleducazione, in un clima poco imparziale orchestrato dal Presidente del Consiglio Comunale Gianluigi Santillo. Ma si sa: quando non si è in grado di rispondere, piuttosto che restare in silenzio, questa amministrazione predilige beceri attacchi personali che dovrebbero essere banditi dalla sede istituzionale propria del Consiglio Comunale”. E’ quanto dichiarano in una nota stampa i Consiglieri del Gruppo SìAmo Piedimonte Carlo Grillo, Clotilde Riccitelli e Sara Petella.

IL VIDEO.

BILANCIO COMUNALE – CONSIGLIO COMUNALE 9 APRILE 2018

BILANCIO COMUNALE Ecco il video degli interventi dei nostri Consiglieri Carlo Grillo, Clotilde Riccitelli e Sara Petella che, con argomentazioni precise spiegano il voto contrario all'approvazione del bilancio presentato dalla maggioranza.

Pubblicato da SiAmo Piedimonte su giovedì 12 aprile 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.