VITULAZIO / PIGNATARO MAGGIORE. Regina Antropoli va in pensione ed il Commissario Prefettizio “chiede in prestito” l’assistente sociale.

Sarà per questo stipulata apposita convenzione tra gli enti interessati, avvalendosi delle disposizioni di cui all’art. 14 del CCNL del comparto “Regioni- Autonomie Locali”.

Dal mese di maggio di quest’anno l’assistente sociale del Comune di Vitulazio, Regina Antropoli, ha raggiunto lì’età pensionabile, quindi il collocamento a riposo. Nel frattempo del disbrigo dei provvedimenti avviati dal comune caleno per la sua sostituzione, è stata chiesta la disponibilità ad utilizzare l’Assistente Sociale del Comune di Pignataro Maggiore, Anna Maria Riccio. Sarà per questo stipulata apposita convenzione tra gli enti interessati, avvalendosi delle disposizioni di cui all’art. 14 del CCNL del comparto “Regioni- Autonomie Locali” stipulato in data 22-01-2004; Pertanto, con nota prot. 4080 del 27-4-2018 è stata chiesta al Comune di Pignataro Maggiore la possibilità di utilizzo in convenzione dell’assistente sociale Anna Maria Riccio, in servizio a tempo indeterminato presso questo Ente, ascritta alla categoria D, ai sensi dell’art.14 del CCNL del 22-01-2004, previo consenso dell’interessata; VISTA la deliberazione della Giunta comunale di Pignataro Maggiore n. 65 del 03-5-2018, con la quale è stato dato il consenso all’utilizzo in convenzione con questo Comune della dr.ssa Anna Maria Riccio per 9 (nove) ore settimanali ed è stato approvato lo schema di convenzione da sottoscrivere, determinando in un anno la durata della convenzione, salvo rinnovo su richiesta di questo Ente e previo asenso di quello di appartenenza. Al fine di soddisfare la migliore realizzazione dei servizi istituzionali e di conseguire una economica gestione delle risorse, gli enti locali possono utilizzare, con il consenso dei lavoratori interessati, personale assegnato da altri enti cui si applica il presente CCNL per periodi predeterminati e per una parte del tempo di lavoro d’obbligo mediante convenzione e previo assenso dell’ente di appartenenza. Stabiliti altresì tempi di lavoro, ripartizione degli oneri finanziari e tutti gli altri aspetti utili per regolare l’utilizzo del lavoratore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.