PIEDIMONTE MATESE. “Tanti proclami e pochi fatti!!! In Comune la confusione regna sovrana a cominciare dall’organizzazione degli uffici”: il giudizio del Coordinamento cittadino di Forza Italia all’indirizzo dell’Amministrazione comunale Di Lorenzo.

Di sicuro l’Amministrazione favorisce i forestieri; ai Piedimontesi resta solo l’ingrato compito di pagare i tributi tra i più alti d’Italia ed assistere allo scempio organizzativo della macchina comunale.

Ad un anno dall’insediamento della nuova Amministrazione è tempo di bilanci. Il giudizio è semplice: tanti proclami e pochi fatti!!! In Comune la confusione regna sovrana a cominciare dall’organizzazione degli uffici: Cancellato il lavoro del Commissario straordinario che aveva ridotto a 5 le posizioni organizzative, il nuovo Esecutivo ha portato a 7 i settori con altrettanti posti di responsabile. Una scelta discutibile non solo per l’aggravio di spesa ma, soprattutto, per la funzionalità dell’Ente che certo non può dirsi migliorata. Se a ciò si aggiunge che nel frattempo si è ridotto il personale per il naturale pensionamento di molti dipendenti, è lecito chiedersi perché nominare tanti ‘’Generali’’, per di più individuati all’esterno e con contratti a tempo parziale, quasi a dire che tra i dipendenti comunali ovvero nel nostro territorio non vi sono professionisti competenti e capaci! Del resto non si comprende quale contributo al miglioramento dell’efficienza dei servizi comunali possa venire da dirigenti che arrivano da paesi lontani, presenti solo due o tre giorni a settimana, e che prima di conoscere le problematiche del nostro territorio ovviamente hanno bisogno di tempo, tanto tempo…!!! E così oltre al super Assessore (non eletto dai cittadini) che vive nel Beneventano abbiamo il tecnico dei lavori pubblici di Casalduni, il responsabile dell’ambiente e del territorio di Caserta, il medico competente di Aversa, il responsabile della sicurezza di San Salvatore Telesino, il direttore del Museo di Mondragone, il segretario comunale di Francolise e, tanto per non farsi mancare nulla, il dirigente dei tributi di Castellamare di Stabia. Che dire: di sicuro l’Amministrazione favorisce i forestieri; ai Piedimontesi resta solo l’ingrato compito di pagare i tributi tra i più alti d’Italia ed assistere allo scempio organizzativo della macchina comunale. COMPLIMENTI!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.