Agnone. Chiama i Carabinieri per sfogarsi della fine della propria relazione amorosa. Militari intuiscono che c’è qualcosa che non va e il loro intervento gli salva la vita.

L’uomo ora ricoverato presso l’ospedale di Isernia dove dovranno essere chiarite le cause del malore che, senza il repentino intervento dei Carabinieri, avrebbe potuto avere più gravi conseguenze.

Una chiamata diversa dalle altre quella pervenuta ai Carabinieri di Agnone. Nessuna richiesta di intervento per l’avvistamento di una macchina sospetta, per una lite o qualsiasi altro motivo per cui giornalmente si richiede l’ausilio dei Carabinieri; questa volta a comporre il 112 è un uomo che aveva solo bisogno di una voce amica con cui sfogarsi per la fine della propria relazione amorosa. Dall’altra parte della cornetta un uomo in divisa che l’ha ascoltato, consigliato e rincuorato; una voce amica, quindi, ma soprattutto attenta. I Carabinieri infatti non si limitavano a consolare telefonicamente l’uomo ma decidevano di intervenire nella sua abitazione per maggiori controlli. Proprio nel corso dell’intervento, l’uomo cominciava ad accusare un malore e i militari gli prestavano un primo soccorso e allertavano il personale medico. L’uomo si trova ora ricoverato presso l’ospedale di Isernia dove dovranno essere chiarite le cause del malore che, senza l’intuizione e il repentino intervento dei Carabinieri, avrebbe potuto avere ben più gravi conseguenze.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu