ALIFE. Turismo diversamente sociale: all’IPIA “Manfredi Bosco” l’evento conclusivo del progetto ideato dall’Associazione Diversamente Onlus. FOTO E VIDEO.

IFUn momento ideato “per dare gioia a questi ragazzi, perché la nostra mission è proprio questa, dare gioia, e non è semplice farlo”: ha confidato la presidente dell’Associazione, prof.ssa Isabella Balducci, anche dirigente scolastica dell’Istituto. 

“Oggi è l’incontro conclusivo di questo lungo progetto “Turismo diversamente sociale”, in una location d’eccezione, l’Auditorium dell’IPIA “Manfredi Bosco” di Alife – ha esordito la presidente dell’Associazione Diversamente Onlus, promotrice dell’iniziativa, professoressa Isabella Balducci, anche dirigente scolastica dell’I.I.S. “V. De Franchis”, che comprende anche l’Istituto alifano. Un momento ideato “per dare gioia a questi ragazzi, perché la nostra mission è proprio questa, dare gioia, e non è semplice farlo”. Presenti gli studenti della Scuola Media “Vitale” di Piedimonte Matese, accompagnati dai rispettivi docenti, l’Associazione “Giacomo Gaglione” con il presidente Raccio, e naturalmente gli allievi dell’Istituto Professionale Industria ed Artigianato “Manfredi Bosco” di Alife, per questo spettacolo musicale organizzato per loro, per i ragazzi diversamente abili di questo sodalizio matesino, per dare loro qualche istante di allegria, con l’avvicinarsi dell’evento natalizio: molte delle canzoni intonate, difatti, si sono ispirate proprio alla nascita di Gesù. A esibirsi sono stati dapprima i ragazzi stessi dell’Associazione Diversamente Onlus, sapientemente guidati da Cinzia Arena, coordinatrice del progetto (finanziato dall’8 per mille della Chiesa Valdese) e dalle maestre Marianna Bianco e Marianna Macera. Quindi musica e canti degli allievi del professionale alifano, coordinati dalle docenti delle funzioni strumentali, Luigia Anziano ed Angelina Palmiero. Un progetto che ha previsto la presenza di “laboratori di musicoterapia – come ha ricordato la stessa Arena – quindi laboratori di espressione corporea, con Capobianco, oltre alle fattorie didattiche, dove i ragazzi stessi hanno prodotto marmellata, vino, pane: insomma, un valore aggiunto per i ragazzi dell’Associazione, e questo ci da tanta gioia”. Altro progetto portato avanti dal gruppo di volontari è “Un mondo senza paniere”, che ha dato la possibilità ai ragazzi diversamente abili di partecipare a diverse iniziative. Nel corso dell’evento, un messaggio di Franca Di Marco dell’AIDO (Associazione Italiana Donatori di Organi), e per finire l’esibizione del gruppo musicale matesino pop rock “Page not found”.IFIFIFIFIL VIDEO.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu