ALIFE. Biodigestore, dopo la risoluzione della Commissione regionale Ambiente il consigliere regionale Gianpiero Zinzi (Forza Italia): “ora il governatore De Luca stia attento all’Alto Casertano”.

alife consiglio regionale gianpiero zinzi“Il nostro invito non può cadere nel vuoto, chiediamo alla Giunta regionale di esprimersi con la massima chiarezza e auspichiamo la stessa sensibilità nei confronti delle richieste della comunità dell’Alto Casertano”.

“La risoluzione di indirizzo della Commissione Ambiente del Consiglio regionale della Campania sulla paventata costruzione di un biodigestore ad Alife è l’ennesimo ‘no’, dopo quello di Comune, Provincia, Soprintendenza e comitati. Un’ottima notizia che rappresenta la vittoria dei cittadini dell’Alto Casertano e premia nel contempo il nostro impegno in Consiglio su questo argomento”.Il consigliere regionale Gianpiero Zinzi esprime così viva soddisfazione per la risoluzione della presentata questa mattina in Commissione Ambiente. Nel corso dell’ultima audizione l’esponente forzista, portavoce delle istanze del territorio, aveva espresso la sua ferma contrarietà alla realizzazione dell’impianto nella zona industriale ASI di Alife. “Il nostro invito non può cadere nel vuoto, chiediamo alla Giunta regionale di esprimersi con la massima chiarezza e auspichiamo la stessa sensibilità nei confronti delle richieste della comunità dell’Alto Casertano”.

Stampa
Lascia un commento comment1 commento
  1. dicembre 30, 22:46 Anonimo

    Il comitato nei giorni scorsi ha chiesto e ottenuto un’audizione presso la commissione ambiente della regione Campania.
    Il giorno 21 dicembre rappresentanti del comitato per la tutela della salute e dell’ambiente di alife/nobiogasalife insieme a rappresentanti dell’amministrazione comunale hanno argomentato le motivazioni del NO al biodigestore.
    Argomentazioni valide ed efficaci che hanno portato il presidente della commissione on. Oliviero (pd) L’on. Viglione (m5s) e l.on.Zinzi (fi) ad esprimere un no convinto al biodigestore. All’audizione era presente anche il vice presidente della regione Campania on. Bonavitacola.
    Anche quest’ultimo sentite le argomentazioni del fronte del no ha espresso perplessità per la realizzazione del progetto biodigestore.
    Detto questo mi sembra che tutto “l’arco costituzionale” presente in regione si sia fermamente schierato con la popolazione alifana.
    Notizia di oggi la risoluzione presentata in consiglio regionale dall’on oliviero e firmata all’unanimita’ da tutti i componenti della commissione ( nomi elencati prima)
    A questo punto possiamo dire che sul biodigestore ad Alife cala il sipario.
    Con buona pace dell’ ing. Mercorio.

    reply Reply this comment
mode_editLascia un commento

menu
menu