ALIFE. Che colpo!!! Il sindaco Di Tommaso aderisce al Pd e sottoscrive la candidatura di Minniti alla segreteria del partito, ma Minniti cosa fa? Si ritira.

Il sindaco pro-tempore del Comune di Alife non ha fatto in tempo ad aderire ad un partito e sposare una causa ben precisa che l’attore stesso è caduto. Alla base della frettolosa decisione del primo cittadino di Alife il “consiglio” dell’europarlamentare, sempre pro-tempore, Nicola Caputo?

La scusa, credibile, sarebbe questa: all’ex ministro Minniti non sarebbero piaciute le indiscrezioni secondo le quali l’ex segretario del partito Matteo Renzi starebbe formando un suo di partito, pertanto portando l’area renziana a scindersi dal Partito Democratico. “Il partito di Renzi potrebbe essere già testato alle prossime elezioni europee e in questi giorni l’ex sindaco di Firenze è proprio a Bruxelles per un giro di incontri. Accompagnato dall’ex sottosegretario agli Affari europei Sandro Gozi, Renzi ha parlato di future alleanze con il presidente della Commissione Jean-Claude Juncker (Ppe), con la commissaria alla concorrenza, la liberale olandese Margrethe Vestager, con il primo vice presidente, il socialista olandese Franz Timmermans, (S&D) e con il commissario agli Affari economici, il socialista francese Pierre Moscovici”Tutte indiscrezioni da verificare, ovviamente, ma quello che conta è la sostanza dei fatti. Minniti avrebbe maturato la scelta : “Lo faccio solo per il Pd. Si è semplicemente appalesato il rischio che nessuno dei candidati raggiunga il 51%. E allora arrivare così al congresso dopo uno anno dalla sconfitta del 4 marzo, dopo alcune probabili elezioni regionali e poco prima delle Europee, sarebbe un disastro. So che c’è il rischio di deludere chi ha deciso di concedermi un affidamento”. Tra i delusi di chi gli ha concesso affidamento ben 551 primi cittadini in tutt’Italia, circa 110 nella sola Regione Campania, e tra essi anche la fascia tricolore di Alife, Maria Luisa Di Tommaso. Il sindaco pro-tempore del Comune di Alife non ha fatto in tempo ad aderire ad un partito e sposare una causa ben precisa che l’attore stesso è caduto: la causa è la sottoscrizione della mozione dell’ex delfino di Massimo D’Alema, Marco Minniti, appunto (diessino storico, ex Pds ed ex Pci), intenzionato, o meglio spinto, a candidarsi alla segreteria nazionale del partito. Alla base della frettolosa decisione del primo cittadino di Alife il “consiglio” dell’europarlamentare, sempre pro-tempore, Nicola Caputo?

Stampa
Lascia un commento comment1 commento
  1. dicembre 06, 22:14 Pasquale

    Ma già era chiaro che prima o poi sarebbe accaduto,solo mi domando e chiedo ma gli assessori e consiglieri di Vitelli che naturalmente è stato di Forza Italia insieme a loro, ora non so in che sponda siano se di destra o sinistra insomma né carne e ne pesce

    reply Reply this comment
mode_editLascia un commento

menu
menu