ALIFE. “Chi fraveca e sfraveca… perde tempo!”: il post-accusa del gruppo “Uniti per Alife” all’indirizzo dell’amministrazione comunale Di Tommaso.

“Il menefreghismo viene punito… e andiamo a vedere, solo a titolo di esempio, cosa sta accadendo con alcune gare poste in essere dalla “Rinascita”, anche per spiegarvi la motivazione del titolo (chi fraveca e sfraveca… perde tempo! E come se lo perde)”.

Da quando ci siamo insediati abbiamo deciso di tenere una linea di attesa con la nuova maggioranza – scrivono dal gruppo politico “Uniti per Alife” – anche per dare il giusto tempo di ambientamento. Questo, però, non ha mai minimamente fatto venir meno il nostro principale compito, ovvero quello di CONTROLLO sull’operato della macchina amministrativa!
Andiamo con ordine:
– il 29/06/2018 abbiamo presentato una interrogazione (circa la gestione della pagina Facebook) ed una richiesta di documentazione relativa:
• all’elenco completo del ruolo TARI relativo all’annualità 2018;
• all’elenco, con cadenza mensile, dei mandati di pagamento effettuati dagli Uffici comunali;
– il 10/07/2018 abbiamo chiesto, motivandolo abbondantemente, l’annullamento immediato in autotutela della Delibera di Giunta comunale n. 1 del 29/06/2018 e la visualizzazione del progetto ad essa collegato, con quadro economico dettagliato;
– il 25/09/2018 abbiamo chiesto di conoscere, in riferimento ad un manifesto apparso, se risultava versata presso i competenti Uffici l’imposta dovuta per legge;
– nel Consiglio comunale del 26/09/2018 abbiamo chiesto, motivandolo abbondantemente, il rinvio della seduta per una serie di irregolarità (richiesta “ovviamente” respinta dalla maggioranza, ma che noi abbiamo segnalato agli organi competenti).
E questo solo per elencarvi una serie di richieste (alcune anche già sollecitate…) e ancora oggi rimaste inevase: d’altronde, mica è un nostro diritto sapere come vengono spesi i nostri soldi!

Tuttavia, come spesso accade, il menefreghismo viene punito… e andiamo a vedere, solo a titolo di esempio, cosa sta accadendo con alcune gare poste in essere dalla “Rinascita”, anche per spiegarvi la motivazione del titolo (chi fraveca e sfraveca… perde tempo! E come se lo perde).

MENSA SCOLASTICA
La Giunta comunale, con Delibera n. 9 del 31/07/2018, ha formulato l’atto di indirizzo per l’indizione della gara di affidamento del servizio mensa per l’anno scolastico 2018/2019.
Bene… con Determina R.G. n. 311 del 01/10/2018 la gara è stata avviata.
Con Determina R.G. n. 313 del 05-10-2018 la gara è stata annullata.
Con Determina R.G. n. 317 del 08-10-2018 la gara è stata riproposta.
Ma questa storia ve la raccontiamo domani!

MANUTENZIONE E GESTIONE PUBBLICA ILLUMINAZIONE
Il 25 luglio 2018, sulla pagina Facebook del Comune di Alife un Avviso Pubblico “per la manifestazione di interesse per l’affidamento dell’appalto di manutenzione ordinaria e gestione della pubblica illuminazione” (Immagine 1). Tale collegamento riportava direttamente al sito del Comune di Alife (dove l’Avviso era pubblicato ed oggi è scomparso).
Vi chiederete il perché?
Ecco la risposta…
Il 27 luglio 2018 il gruppo consiliare di Uniti per Alife ha presentato un esposto alla Prefettura (tra gli altri), segnalando dubbi sulla legittimità dell’Avviso (Immagini 2 e 3). Il 25 settembre 2018 (pubblicata il 27 settembre), con Determina R.G. n. 303, il Comune ha dato avvio ad una nuova procedura di gara. La cosa davvero incredibile è che il 9 ottobre (l’altro ieri) al consigliere comunale dott. Salvatore Cirioli è arrivata una nota del Comune (Immagine 4) con la quale si da seguito ad una disposizione della Prefettura di Caserta (Immagine 5) a trasmettere, sempre al nostro Consigliere, la nota con la quale si rispondeva alla richiesta di chiarimenti della Prefettura di Caserta del 3 settembre 2018.

Capiamo che sembra il gioco delle scatole cinesi ma la sostanza è questa… esce un Avviso Pubblico pieno di errori, la cosa viene da noi segnalata, la Prefettura chiede spiegazioni al Comune, gli Uffici comunali il 25 settembre preparano una nuova procedura, il 26 settembre rispondono alla Prefettura dicendo che il primo avviso era stato uno scherzo e che non aveva avuto seguito e comunicando che il giorno prima avevano fatto la procedura buona (poi pubblicata il giorno dopo) ed il 9 ottobre ce lo comunicano su disposizione della Prefettura!
Chi fraveca e sfraveca…

A domani per la seconda puntata!

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu