ALIFE. Consiglio comunale di fuoco quello che attende l’amministrazione Avecone lunedì sera o il passaggio in assise del bilancio previsionale 2015 sarà semplice routine?

alife aula consiliare 600Un bilancio che prevede di chiudere l’anno 2015 con un disavanzo importante, di oltre 2milioni e mezzo di euro, ma con il parere favorevole del revisore dei conti.

Sono al lavoro le diplomazie. Si direbbe quando un Governo è appeso ad un filo e la maggioranza in Parlamento che lo sostiene è risicata. Allora si chiede il voto di fiducia, responsabilizzando ogni parlamentare: il suo voto non è solo per, o contro, un provvedimento, ma è per, o contro, quel Governo. Ad Alife in queste ore sono al lavoro le diplomazie, per ricucire dei rapporti tra “gruppi politici” che ultimamente sembrano sfilacciati. I gruppi consiliari sono almeno due: quello del Pd, e che comprende gli attuali assessori Marco Bergamin ed Emilio Del Giudice (a dire il vero assessori ma solo sulla carta, guiacchè son mesi ormai che fanno mancare la loro presenza, ed il loro parere, alle riunioni dell’esecutivo), ed Alfonso Santagata; costituito anche un altro gruppo consiliare, quello di Forza Italia, che vede firmatari gli altri due assessori dell’attuale giunta Avecone, Angelo Giammatteo (coordinatore cittadino azzurro) ed Enrico Palmieri (quest’ultimo anche vice Sindaco), Paquale Sasso e Giulio Riccio. Completano la squadra di maggioranza Gabriele Venditti, per ora senza tessere di partito, già assessore e vice Sindaco anch’egli. Ma come si presenterà l’attuale squadra di governo all’importante appuntametno del prossimo lunedì 31 agosto in aula consiliare (nella foto), quando i consiglieri sarano chiamati a votare per il bilancio preventivo 2015? Allo stato attuale ancora non è dato saperlo, ma fonti vicine al primo cittadino Avecone assicurano che, alla fine, i malumori saranno superati e tutti, o quasi tutti, voteranno per il bilancio. Tutto porta a pensare che, responsabilmente, i componenti la maggioranza diranno si all’ultimo bilancio preventivo della prima consiliatura targata Giuseppe Avecone, (un bilancio che prevede di chiudere l’anno 2015 con un disavanzo importante, di oltre 2milioni e mezzo di euro, ma con il parere favorevole del revisore dei conti), anche perchè il prossimo anno anche la cittadina di Alife sarà chiamata al voto per il rinnovo del consilgio e non è detto che tutti gli attuali componenti si ricandideranno, dato per certo il fatto che Giuseppe Avecone sarà di nuovo candidato a Sindaco.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu