ALIFE. Dalla Caritas della Diocesi di Alife-Caiazzo tre nuovi progetti sociali: la mensa entro il 2015.

alife cattedrale

Mensa della carità, nuovi centri di ascolto e Taxi sociale: tutte idee messe in cantiere con la partecipazione del progetto Policoro attivo in Diocesi.

La mensa della carità è un’iniziativa presa in carico dalla Caritas ad ottobre 2014 in base ad una convenzione tra la sede Enel di Piedimonte Matese e il Comune di Piedimonte Matese; l’Azienda di energia elettrica, che in città ha una sua storica sede, ha messo a disposizione del Comune una struttura in cui verrà realizzata una mensa con 80 posti a sedere. Il Comune ha affidato alla Caritas la gestione del progetto che valuterà con gli assistenti sociali del territorio, le possibilità di accesso alla struttura. Banca Capasso, sempre attenta sul territorio al sostegno di iniziative dal carattere sociale e culturale, valuterà la possibilità di offrire un supporto economico per la sistemazione degli ambienti. La Diocesi conta di poter avviare il servizio mensa entro il 2015. Altra iniziativa, che entro l’autunno troverà realizzazione, sono i centri di ascolto: luoghi preposti al dialogo e alla possibilità di risoluzione di problemi di natura legale, economica, medica. Oltre quelli già attivi a Caiazzo e Piedimonte Matese. La Caritas ne avvierà altri tre; uno a Piedimonte, nei locali della parrocchia Santa Maria Maggiore, in Piazza Roma; un altro a San Potito, nei locali parrocchiali adiacenti la casa canonica; un ultimo ad Alvignanello, nella struttura parrocchiale di Sant’Andrea Apostolo. In ultimo, non in ordine di importanza, il Taxi sociale, ormai attivo da due settimane. Un servizio taxi, a tariffe agevolate, reso a chiunque ne faccia richiesta per trasporto locale o nazionale, con mezzi a disposizione della Caritas: un anziano con la necessità di raggiungere una destinazione per visita medica, per spese, per visitare un parente; o similmente una famiglia con mezzi non adeguati a percorrere grandi distanze; o un giovane non patentato con la necessità di spostarsi sul territorio o fuori per esigenze di studio o altre. È possibile richiedere il servizio del Taxi sociale chiamando il numero 338 8100637. Aggiornamenti sui progetti della Caritas diocesana (mensa e centri di ascolto) verranno forniti progressivamente.

Stampa

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu