ALIFE. Piantumato Bonsai d’Ulivo della Pace nella villa comunale dedicato a Pietro Pinna, testimone della nonviolenza.

Il Movimento per la Pace desidera ringraziare l’Ufficio tecnico del Comune, nelle figure di Pietro Correra, Raffaele D’Abbraccio e Franco Cirioli, il Commissario prefettizio Anna Manganelli e il Comando Vigili Urbani.

Nella mattinata di Domenica 15 Aprile 2018 presso la Villa Comunale è stata effettuata l’operazione del taglio del grosso albero dell’ulivo che fu piantumato anni or sono in occasione della giornata del Creato e nella base del tronco vi è stato piantumato un nuovo bonsai di ulivo. Purtroppo il grosso albero per una serie di circostanze ( non dipendenti dalla nostra volontà, in quanto non spettò a noi l’operazione di piantumazione) con il passar del tempo cominciò a deperire. Qualche anno fa diede segnali di vita rimettendo alla base del tronco, dalle radici della terra in particolare, nuovi ramoscelli di ulivo. Purtroppo, i ramoscelli furono strappati violentemente da mani ignote subendo un’ azione vandalica e l’albero per l’ennesima volta subì un trauma. A motivo di ciò, pur avendo sperato che si potesse riprendere, purtroppo con l’ultimo gesto vandalico l’albero si seccò irreversibilmente. Si è decisi quindi di porre un taglio, recuperando dal tronco la base adatta per un vaso ornamentale nel quale vi è stato piantumato un neonato bonsai di ulivo. Il Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato III Millennio, proprietario dell’albero, ha deciso di dedicare questo bonsai di Ulivo della Pace, ad un grande Testimone di Nonviolenza: “Pietro Pinna”, di cui proprio in questi giorni è ricorso il secondo anniversario della scomparsa. “Dedichiamo a Pietro questo “Ulivo della PACE”, oggi che i venti di guerra in Siria, in Medio Oriente e nel mondo fischiano forte. Noi, cerchiamo di continuare a lavorare per un mondo migliore, senza #armi e senza #guerre con la forza della #nonviolenza, unica strada della #Pace, seminando questo valore nel cuore dei giovani. Per questo motivo il nostro impegno si muove per promuovere la cultura della Pace e lavorare con le scuole e le Istituzioni tutte su questo versante, proprio come ci ha insegnato Piero”. Ha fatto sapere la Presidente Agnese Ginocchio, presente all’ operazione del taglio dell’ulivo secco e alla piantumazione del nuovo bonsai, effettuato pazientemente dagli esperti giardinieri “Aniello Vanore e Giuseppe Auriemma”, con l’ausilio di “Claudio Occhibove”, custodi tutti, tra l’altro anche dell’ “Albero della Pace” sito in Via Volturno nel “Giardino dedicato alla Pace e del Creato” dell’area antistante la scuola dell’infanzia. Ai giovani in particolare e a tutti dunque, viene affidato con cura questo grande messaggio di Pace, da coltivare e far crescere ( proprio come l’albero) ogni giorno con le azioni, affinché da questa comunità possa germogliare il seme di Pace, dono incommensurabile della storia dal quale dipende il futuro. “La Pace non è un sogno, ma può diventare realtà, se tutti ci impegniamo concretamente a lavorare per realizzarla”. Diceva Nelson Mandela. Perciò “mettiamoci il cuore” e questo “miracolo” davvero si realizzerà. E quando si vive e si opera per la Pace anche la Comunità cresce e sta bene. Il Movimento Internazionale per la Pace infine, desidera ringraziare per la disponibilità mostrata, l’Ufficio tecnico area A.T.A. del Comune di Alife, nelle figure dell’ Ing. Pietro Correra e Ing. Raffaele D’Abbraccio insieme al funzionario comunale di detto ufficio Franco Cirioli, che hanno rilasciato tutte le autorizzazioni per potere effettuare tali operazioni, inoltre il Commissario prefettizio Anna Manganelli e il Comando Vigili Urbani.

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato né condiviso con terze parti. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori. *

menu
menu