ALIFE / PIEDIMONTE MATESE. Aperture da lunedì 27 aprile di bar, gelaterie, pasticcerie, pizzerie, ristoranti e cartolerie: i chiarimenti dalla Regione.

Prima dell’apertura disinfezione dei locali interessati, certificato da una ditta autorizzata, che deve indicare i prodotti utilizzati ed allegare le schede tecniche di questi ultimi: quindi sanificazione una volta al giorno.

Comincia la fase 2, e la si fa partire in maniera anticipata rispetto alle previsioni iniziali, in base alle quali si sarebbe dovuto attendere ancora altre settimane in modo tale che le risultanze della fase 1, quella emergenziale – sanitaria, cominciasse a sfornare valori positivi. Ma, visto l’esito della curva epidemiologica degli ultimi giorni, dai cui dati si evince in maniera chiara che si è arrestata la crescita del numero dei nuovi contagi, per contro, si è data una brusca accelerata al numero dei guariti, le Istituzioni hanno ben pensato di far cominciare la ripartenza, viste anche le continue sollecitazioni da parte delle associazioni di tutte le categoria commerciali, artigianali e di servizi. Una ripartenza che sarà graduale: difatti i primi esercenti potranno solo ed esclusivamente fornire beni a domicilio. Ma ecco nei dettagli:

  • per i bar e pasticcerie avranno un’apertura limitata alle ore mattutine, dalle ore 7:00 alle 14:00, con consegna esclusivamente a domicilio e previa prenotazione telefonica o online; pertanto è vietata la somministrazione all’interno o esterno del locale, con obbligo per chi consegna la merce di adeguati Dpi: guanti, mascherine, camici monouso e sovra-scarpe.
  • per le pizzerie, ristoranti, pub e gelaterie l’apertura è consentita, invece, dalle ore 16:00 alle 22:00, con le stesse indicazioni di cui sopra per gli addetti alla consegna.
  • per le cartolerie e librerie apertura 8:00 – 14:00 con accessi regolamentati e scaglionati: fino a 20mq del locale occorre un addetto ed un cliente esterno, dai 20 e fino a 40mq è sufficiente un addetto, con un cliente esterno ed uno consentito anche all’inteno; oltre i 40 e fino a 120mq un massimo di 4 tra addetti e clienti, superiori ai 120mq massimo 6 persone tra addetti e clienti.

E’ fatto obbligo per gli esercenti e gli operatori di osservare le misure di sicurezza e precauzioni prescritte nel protocollo. In via preliminare è necessario che l’apertura delle attività venga preceduta da un intervento di disinfezione dei locali interessati, certificato da una ditta a tale scopo autorizzata, che deve indicare i prodotti utilizzati ed allegare le schede tecniche di questi ultimi. Il suddetto certificato deve essere esposto presso la sede dell’attività stessa. Inoltre, dove sono presenti impianti di ventilazione e climatizzazione deve essere garantita la disinfezione anche di questi ultimi e la sostituzione dei filtri. Successivamente all’apertura deve essere garantita la sanificazione degli ambienti con frequenza di almeno una volta al giorno e comunque in funzione dei turni di lavoro, garantendo in ogni caso il ricambio d’aria. Gli interventi di disinfezione e sanificazione devono essere previsti in un documento nel quale sono descritte le attività, la loro periodicità, le schede e i prodotti utilizzati, l’attività eseguita dovrà esser riportata ordinariamente i un registro da esibire in caso di controlli da parte degli organi preposti. L’ammissione del personale alle attività lavorative lavorative deve essere preceduta da visita medica che verifichi e certifichi il buono stato di salute dell’interessato. E’ tenuto il datore di lavoro ad informare i propri lavoratori circa le suddette disposizioni, consegnando ed affiggendo all’ingresso e nei luoghi maggiormente visibili dei locali appositi depliant informativi.

Stampa

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu