ALIFE / SANT’ANGELO D’ALIFE / CASTEL DI SASSO. Morte di Antonia Apisa: la sfortunata docente sarebbe uscita dal tettuccio dell’auto, sfondatosi, ed urtato violentemente sull’asfalto.

alife incidente apisa 001 alife incidente apisa 002

La docente non indossava le cinture di sicurezza (nelle foto, il luogo del sinistro lungo Via De Gasperi ad Alife, con lumi e fiori portati dai conoscenti). 

antonia-apisa-foto-macchinaAncora sconcerto in paese per la morte della professoressa di religione, Antonia Apisa, 49enne originaria di Castel di Sasso, improvvisamente scomparsa in seguito allo spaventoso sinistro dell’altro giorno lungo la Via De Gasperi ad Alife, tra il supermercato Conad e la stazione di servizio Tamoil. La donna rincasava dopo una mattinata di lavoro all’Istituto Comprensivo “Falcone” di Sant’Angelo d’Alife, dove prestava servizio come docente di religione. L’autovettura su cui viaggiava, una Fiat 500 ultimo modello di colore bianco, si è scontrata con la Fiat 600 di colore rosso guidata per l’occasione dalla 69enne di Alife Anna Labagnara, ricoverata presso il nosocomio di Piedimonte Matese con ferite non gravissime.

antoni apisa foto 002La signora Apisa è morta sul colpo, e la causa del decesso è stato il forte impatto con l’asfalto: difatti la docente, non indossando le cinture di sicurezza, avrebbe sfondato il tettuccio della sua auto, un tettuccio vetrato, ed avrebbe urtato violentemente a terra, dato che la sua autovettura si è più volte ribaltata in seguito al forte sinistro. Il suo corpo. dopo le autorizzazioni del magistrato di turno,  è stato immediatamente trasportato all’Istituto di medicina legale di Caserta per le indagini del caso. L’altro ieri i funerali nel suo paese d’origine, Castel di Sasso.

Stampa

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu