Apice. La cittadina sannita si trasforma in set cinematografico: a luglio tre troupe scelgono Apice Vecchia.

Un incantevole borgo seppur disabitato, quello di Apice Vecchia, diventerà nientedimenochè set cinematografico. Saranno difatti ben tre produzioni che hanno scelto proprio il paesello sannita per realizzare un corto, un film e una puntata di un documentario. Naturalmente a beneficiarne sarà certamente il territorio, che con queste azioni si vedranno promuovere e valorizzare un borgo ormai abbandonato. Il primo tre progetti è della società “Fish-Eye Digital Video Creation” di Roma, che intende girare riprese in preparazione di un trailer di presentazione di una nuova stagione del programma “Ghost Town”, già serie andate in onda su Rai5 proprio su Apice vecchia tre anni fa. Si tratta di un programma di taglio documentaristico a conduzione e di “indagini” che porterà lo spettatore alla scoperta del paese abbandonato. Le riprese, previste per il 9 e 10 luglio 2020, metteranno in luce, con interviste ad esperti o persone del luogo, i motivi dello spopolamento repentino che ha “cristallizzato” il tempo e la storia, trasformando il centro in luogo di interesse sociologico. La troupe televisiva sarà composta da 7 persone, guidate dal conduttore Sandro Giordano, e interesseranno zone abbandonate. La “Fairness Agency srls” società di produzione video di Caserta, troupe di 18 persone, si occuperà invece di effettuare un cortometraggio, il 13 e 14 luglio 2020, dal titolo “Appena vedi il mare svegliami” con la regia di Luca Cuomo e con l’attore Gennaro Di Colandrea. Infine, Johnny Lambiase e il produttore-regista Bryan Basham gireranno in loco, il 4 e 5 luglio 2020, il film indipendente “Seconda guerra mondiale”.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu