BELLONA / VITULAZIO. Festa degli Alberi, Cittadini 5 Stelle di Bellona “costretta” dal sindaco a rivolgersi al comune vicino.

Nonostante l’avversione del nostro sindaco per qualsiasi iniziativa che non gli consente di “metterci il cappello” sopra, anche quest’anno abbiamo festeggiato la terza edizione della FESTA DEGLI ALBERI. Nel 2017 il sindaco non rispose al nostro invito, per cui fummo costretti a rivolgerci a privati per la piantumazione di 10 lecci; nel 2018 dopo varie promesse 2 giorni prima della data richiesta ci autorizzò alla piantumazione di 3 Lecci a Triflisco zona parcheggio a ridosso della montagna, per gli altri 7 fummo costretti a rivolgerci a privati. Il 15/09/2019 il gruppo Cittadini 5 Stelle fa pervenire 2 pec all’amministrazione, una al protocollo, l’altra al sindaco Filippo Abbate, con la richiesta di individuare in collaborazione con i gli uffici preposti un’area verde di proprietà comunale in cui mettere a dimora, in data 17 novembre, un numero di alberi congruo da concordare tra le parti. Dal 30 Settembre il Gruppo cerca di incontrare il Sindaco per capire quali fossero le sue intenzioni, per 3 volte non è in sede, per cui si inizia a contattarlo sul cellulare, ma non legge i messaggi. Il 14/10 approfittando di un consiglio comunale un rappresentante del Gruppo al termine della riunione affronta il Sindaco per capire se quest’anno ”gli alberi” avessero avuto la sua disponibilità. La prassi è che l’amministrazione indichi un luogo dove piantumare, poi ci si organizza con persone competenti per decidere che tipo di alberi richiedere alla Regione. Il sindaco non smentendosi, invita al solito “giro sulle giostre”: “stiamo vedendo, a giorni, l’ufficio farà, sto pensando, vi facciamo sapere”. Gli è stato fatto presente che erano già passati 30 giorni dalla richiesta e che ci avrebbe già dovuto dire un bel sì o un bel no. Risposta serafica: “mica sono obbligato a rispondere! Comunque risponderò al richiedente”. (testimoni diversi consiglieri, mentre i due aspiranti sindaco 2022 si dileguano). Alla fine, considerato che non è importante dove pianti un albero, ma è IMPORTANTE FARLO, ci siamo rivolti agli amministratori del Comune limitrofo, che subito hanno accolto la nostra richiesta, mettendoci a disposizione due aree nel proprio Comune. Si è fatto un sopralluogo con una consigliere comunale ed un esperto che ci ha consigliato la qualità degli alberi da mettere a dimora. Dopo due brevi incontri l’operazione di piantumazione è andata felicemente in porto.

Stampa

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu