Buonalbergo. Il Ponte delle Chianche tra i luoghi del cuore del Fai: ora si punta al suo restauro.

Il Ponte delle Chianche è cosiddetto per il selciato costituito da grossi blocchi di pietra calcarea con una faccia piana che ne costituisce il piano stradale, dette “chianche” appunto.

Il Ponte delle Chianche nella cittadina sannita di Buonalbergo entra nella campagna 2018 dei “Luoghi del cuore FAI”: su circa 37000 luoghi candidati si è posizionato al 178° posto con 2723 voti. Un piazzamento di tutto rispetto, a testimonianza dell’importanza del monumento ed anche dell’affezione che la comunità locale dimostra verso questo che è considerato una autentica testimonianza storica però trascurata. “Salviamo il ponte delle Chianche”, questo il comitato composto dalle associazioni Sud Francigena, Gruppo teatrale di Buonalbergo ed altre locali associazioni, oltre naturalmente a privati cittadini, che si impegnati nella raccolta delle firme, coinvolgendo pure scolaresche. Il Ponte delle Chianche, cosiddetto per il selciato costituito da grossi blocchi di pietra calcarea con una faccia piana che ne costituisce il piano stradale, dette “chianche” appunto, è un monumento di rara bellezza che rivela la grande attitudine ingegneristica dei romani e tutto il fascino della storia dei nostri territori. Anni di incuria ed agenti atmosferici, in particolare la grande alluvione del 2015, ne hanno compromesso la stabilità e la bellezza. Risale a poche settimane fa un ulteriore crollo che ha spinto tutta la comunità a rilanciare richieste d’aiuto. Ora ulteriore impulso dalla recente campagna FAI, che spinge ancora di più verso un serio progetto di riqualificazione da poter presentare al prossimo bando FAI, riservato ai luoghi del cuore che hanno ottenuto almeno 2000 voti. Si punta ad un finanziamento di almeno 30mila euro che potrebbero costituire un importante avvio dei lavori di riqualificazione che il monumento necessita.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu