CAIAZZO / RAVISCANINA / GIOIA SANNITICA. La giornata dedicata all’Unità nazionale e alle Forze Armate: le commemorazioni.

“Vogliamo esprimere la nostra gratitudine a coloro che hanno pagato con la vita per quei diritti di libertà e democrazia di cui noi, grazie a loro, oggi godiamo”.

“La memoria e il ricordo che si rinnova sono sono il pane e l’acqua di cui una comunità si nutre. Il 4 novembre ricorre la giornata dedicata all’Unità nazionale e alle Forze Armate e mi piace far rivivere anche con un post il sacrificio di migliaia di giovani italiani, che hanno dato la propria vita per unire il nostro Paese – ricorda il presidente della Provincia, Giorgio Magliocca. “Il mio pensiero va a tutte le donne e gli uomini delle Forze Armate, che con impegno, costanza ed abnegazione garantiscono quotidianamente la nostra sicurezza. Grazie a tutti”. “Oggi ho partecipato alla cerimonia di commemorazione dell’Unità Nazionale – ha ricordato ancora Magliocca – è sempre un’emozione fortissima essere presente in prima persona per rendere onore alla memoria e al ricordo di migliaia di giovani italiani, che hanno dato la propria vita per unire il nostro Paese. Ancora, grazie a tutti e buon 4 novembre!”. Gli fa eco il primo cittadino di Caiazzo, Stefano Giaquinto: “Oggi 4 Novembre a Caserta, presso Monumento ai Caduti per il Giorno dell’Unita Nazionale è Giornata delle Forze Armate. E tra l’altro incontri concittadini , uomini che indossano orgogliosamente la propria divisa”. Da Raviscanina, invece, il sindaco Ermanno Masiello rammenda: “Celebrare la festa del 4 novembre significa riconoscere il sacrificio di quegli uomini che valorosamente hanno difeso la nostra Patria. Vogliamo esprimere la nostra gratitudine a coloro che hanno pagato con la vita per quei diritti di libertà e democrazia di cui noi, grazie a loro, oggi godiamo. Vi aspettiamo giovedì 7 novembre insieme ai ragazzi delle nostre scuole!”. Oggi si commemora la memoria di coloro che hanno sacrificato la propria vita per la nostra libertà e per la nostra indipendenza dagli imperi dell’Europa centrale (armistizio di Villa Giusti) – il pensiero di Michelangelo Raccio, già fascia tricolore a Gioia Sannitica. Unica ricorrenza nazionale che non è mai stata interrotta da quando fu istituita, il 4 novembre 1919. Quei ragazzi italiani (molti di loro di appena 16 anni), orgogliosamente Italiani, visceralmente Italiani, ci hanno insegnato, e ancora ce lo ricordano, il significato di appartenenza ad una Nazione gloriosa, la nostra Nazione: l’Italia. Essa è terra di cultura e civiltà, essa è terra di uomini illustri di grandezza incommensurabile. ONORE a loro, a quei ragazzi che “facevano” una Nazione con il loro sangue, e onore a tutti coloro che hanno sacrificato la vita perché noi potessimo vivere in una terra libera e liberata”.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu