CALVI RISORTA. Calvi non merita dei manipolatori seriali – Prima parte: cimitero comunale.

CALVI NON MERITA DEI MANIPOLATORI SERIALI. Prima parte. Cimitero comunale.

di Luciana Antinolfi

Il bue dice cornuto all’asino.
Gli amici di “Uniti per la Rinascita Calena“, in un post pubblicato sui social, affermano testualmente “… i cittadini non hanno dimenticato i soldi chiesti per la realizzazione di loculi cimiteriali per poi scoprire che erano stati utilizzati per altro e, nonostante il momento di difficoltà, grazie alla nostra parsimoniosa gestione, a breve riusciremo a restituire ai cittadini quanto gli spetta facendo riprendere i lavori per la realizzazione dei loculi cimiteriali.” Facciamo un po’ di chiarezza, semplicemente per diritto di informazione che riconosciamo, come sempre, alla cittadinanza. Il gioco preferito da l questi manipolatori di professione è alterare la realtà dei fatti e ripetere fino allo sfinimento talune falsità. Intanto ci provano, ma menzogna dopo menzogna la verità, l purtroppo per loro, viene sempre a galla. Ci preme ricordare agli amici di URC, che per la realizzazione dei loculi cimiteriali esiste una gara di appalto indetta regolarmente dall’AMMINISTRAZIONE MARROCCO e che i loculi sarebbero stati realizzati in breve tempo se Lombardi avesse avuto un minimo di buonsenso, abbandonando le proprie velleità da “primadonna”: ma lui, da persona che ama così tanto Calvi Risorta (!), ha auspicato e voluto lo sciagurato commissariamento del paese che ha pure bloccato la realizzazione dei loculi cimiteriali. Con determina n. 439 del 14/10/2015 (vedasi allegato) furono aggiudicati definitivamente i lavori di “Ampliamento del Cimitero Comunale-Terzo Lotto”, al Consorzio Policost – Società Consortile a r.l., per una spesa da imputarsi nel bilancio c.e.f., gestione competenza. LA COPERTURA FINANZIARIA C’ERA, le somme erano state impegnate in bilancio e si era solo in attesa della firma del contratto, per il quale si attendeva l’insediamento del nuovo segretario. LA VERITA’ E’ QUESTA. IL RESTO, SOLO FUMO NEGLI OCCHI!!! Oggi è tutto fermo a quella determina del 2015. Cosa è stato fatto in 17 mesi di amministrazione Lombardi e 15 di   commissariamento Campini? NULLA. Lombardi e la sua “banda” non erano quelli che invitavano il commissario ad utilizzare l’anticipazione di tesoreria per avviare i lavori, perché i cittadini non potevano attendere?

Tante bugie di fila non fanno una mezza verità!!!

Continua…..

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu