Campitello Matese / San Massimo. Stagione sciistica ormai persa, ma rischia anche la prossima: urgono interventi di manutenzione.

“L’Asrem sta provvedendo a ricostruire la catena epidemiologica degli eventuali contatti. Chiediamo a tutta la comunità sanmassimese di rispettare le norme di sicurezza

Un focolaio a Campitello Matese genera tensione e preoccupazione, oltre ai consueti ed irrisolti problemi. Ad albergatori del posto, per questo, stanno arrivando in questi giorni numerose testimonianze di vicinanza: “Voglio rassicurare tutti, non sono positivo e le mie strutture sono chiuse come previsto – ha riferito uno di loro. Ringrazio di cuore tutti gli amici che si sono preoccupati ma anche chi per timore di essere stato in contatto con me ha addirittura adottato regime di isolamento. Possono stare tutti tranquilli”. L’albergatore di San Massimo, anche alla luce delle vicende che hanno coinvolto Funivie Molise, il Comune e le società interessate alla gestione degli impianti di risalita, ha voluto ricordare che: “Sono tre stagioni che arranchiamo, per non parlare di questa ormai andata completamente perduta”. Non solo i problemi legati alla pandemia, dunque, ma occorre necessariamente programmare per la prossima stagione. La sciovia Del Caprio, ad esempio, necessita di interventi di manutenzione per circa un milione e 200 mila euro, altrimenti si rischia di mettere in serio pericolo anche la prossima annualità. “L’Asrem sta provvedendo a ricostruire la catena epidemiologica degli eventuali contatti – hanno fatto sapere dall’amministrazione comunale di San Massimo. Chiediamo pertanto a tutta la comunità sanmassimese di rispettare le norme di sicurezza per il contenimento e la diffusione del Covid-19. Prudenza e senso di responsabilità non possono mancare, soprattutto adesso”

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu