Caserta / Provincia. Dal CITL stretta sui furbetti del contatore: partita la campagna per scovare allacci abusivi e utenti morosi.

Il presidente Di Biasio, chiarisce: “Azione necessaria per garantire i servizi idrici e tutelare gli utenti onesti”.

Il Consorzio Idrico Terra di Lavoro di Caserta rende noto che da qualche giorno è iniziata un’intensa attività di controllo finalizzata a fermare il fenomeno dei furbetti del contatore. In molti comuni della provincia che si avvalgono dei servizi offerti dal CITL, sono già state recapitate le raccomandate indirizzate agli utenti morosi affinché possano provvedere, nei tempi e nei modi stabiliti dalla legge, a regolarizzare la propria posizione debitoria. Stesso discorso anche per chi, dopo un’attenta opera di controllo e di verifica, è risultato essere completamente sprovvisto di regolare contratto di fornitura. In questo caso, qualora venisse disatteso l’invito a mettersi in regola, scatterebbe immediatamente l’avviso di interruzione del servizio di erogazione idrica e la contestuale segnalazione alle autorità competenti. In presenza di un nuovo piano industriale, l’importante opera di risanamento e di rilancio del CITL, già avviata da CDA e Management in vista di nuove e più impegnative sfide, non può prescindere dall’equilibrio economico dell’Ente. Inoltre, l’azione intrapresa, resasi necessaria a causa dell’alto tasso di morosità che espone finanziariamente il Consorzio, ha la duplice valenza di tutelare anche le migliaia di utenti onesti che, titolari di un regolare contratto di fornitura di servizi idrici, pagano regolarmente le bollette. Pertanto, nell’ambito dei rapporti istituzionali e tenuto conto del dialogo costruttivo e costante con le amministrazioni comunali del territorio che si avvalgono dei servizi erogati dal CITL, il nuovo D.G. Maurizio Desiderio, d’intesa con il Presidente Pasquale Di Biasio, al fine di minimizzare le misure coattive previste dalla legge e recepite dal Consorzio, ha inteso sollecitare una campagna di comunicazione e di informazione rivolta a quegli utenti che hanno situazioni debitorie ancora aperte al fine di invitarli, in tempi rapidi, ad una definizione volontaria. Questa azione sinergica rappresenta la giusta propulsione affinché si possano raggiungere, in tempi rapidi e nell’interesse dei Comuni-Soci, migliori risultati di esercizio e standard dei servizi sempre più elevati.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu