Caserta / Provincia. Fase 2 in Campania, Zinzi: “Interventi mirati per sostenere balneari e comparto turismo”.

“Il turismo è uno dei settori trainanti dell’economia campana, oggi però è in grande difficoltà per l’incertezza sulla ripresa piena dell’attività e le misure di sicurezza che dovranno essere adottate”.

Un fondo di crisi per il turismo a tutela delle attività del settore e un controllo continuo dello stato delle acque di balneazione. Sono alcune delle proposte che il consigliere regionale Gianpiero Zinzi ha elencato in una missiva indirizzata al Presidente Vincenzo De Luca per tutelare il comparto turistico – balneare che inevitabilmente subirà delle pesanti conseguenze economiche.
Tra le altre misure proposte figurano: l’erogazione di finanziamenti a fondo perduto, anche ad aziende in stato di sofferenza da eventi pregiudizievoli; la cancellazione dei tributi, delle tasse locali e regionali di riferimento per il 2020, con l’ipotesi di una riduzione del 50% per l’anno 2021; la sospensione del canone demaniale per le concessioni turistiche ricettive per il 2020; la sospensione dell’addizionale regionale sui canoni demaniali marittimi, con ipotesi di riduzione del 10% delle quote a partire dall’anno 2021; l’estensione delle concessioni demaniali al 31 dicembre 2033; abolizione dell’IVA per il 2020 ed equiparazione alle aliquote degli alberghi a partire dall’anno 2021; facoltà di chiusura delle attività turistico-balneari per il 2020; sostegno all’occupazione con esonero dai contributi per almeno tre anni; estensione dei contributi a fondo perduto a guide ed accompagnatori turistici; agevolazione della formazione, per la crescita di piattaforme per investimenti turistici di sistema; istituzione di un bonus vacanza “Viaggia in Campania”, fino ad un massimo di 250 euro a persona; realizzazione di una campagna pubblicitaria tesa alla valorizzazione della vocazione turistica della Campania. “Il turismo– spiega Zinzi –è uno dei settori trainanti dell’economia campana, oggi però è in grande difficoltà sia a causa dell’incertezza sulla ripresa piena dell’attività sia per le inevitabili misure di sicurezza che dovranno essere adottate. E’ necessario predisporre interventi mirati per sostenere il comparto turistico-balneare e rilanciarlo”.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu