Caserta / Provincia. Pensionamento Felicori. Borrelli dei Verdi: “Pensare a una proroga per permettere al successore di continuare il lavoro avviato”.

“Con la sua direzione, la Reggia è tornata a essere un punto di riferimento per i turisti che arrivano in Campania ed è importante che quel lavoro sia portato avanti…

“Dispiace che Felicori debba lasciare l’incarico di direttore della Reggia di Caserta a ottobre e chiediamo al Ministro dei beni culturali di verificare se c’è la possibilità di prorogargli l’incarico per permettergli di continuare ancora per qualche mese il rilancio della Reggia che è innegabile”. Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, per il quale “il licenziamento dei dipendenti che lasciavano il posto di lavoro deciso in questi giorni, così come la storia delle chiavi dei Giardini nelle mani di Cosentino e altri episodi emersi in questi ultimi anni, sono segnali della situazione trovata da Felicori che ha avviato un’opera di ‘risanamento’ e di rilancio della Reggia che ha portato molti frutti, come dimostrano i dati sull’affluenza di visitatori”. “Con la sua direzione, la Reggia è tornata a essere un punto di riferimento per i turisti che arrivano in Campania ed è importante che quel lavoro sia portato avanti creando anche le condizioni per essere continuato dal suo predecessore e, per questo, crediamo che sia giusto pensare alla possibilità di una proroga, nei limiti e nei termini previsti dalle leggi” ha concluso Borrelli.

Lascia un commento comment1 commento
  1. agosto 07, 14:21 Antonio Mario

    Esistoni delle regole che vanno rispettate anche per chi ha molto ben operato. Dilungare di qualche mese la permanenza in servizio non cambia nulla. Il problema siamo noi che consideriamo straordinario quello che,per il Direttore felicore, è…semplicemente ordinario. Con ogni probabilità,in quanto essere fallibile, avrà commesso degli errori pure Lui. Qiuesto non toglie che i numeo gli hanno dato ragione. e gli anno riconosciuti. Indipendentemente dalla permanenza di qualche altro mese. Come si dice : se son rose fioriranno. Chi vivrà vedrà.

    reply Reply this comment
mode_editLascia un commento

menu
menu