Caserta / Provincia. Reggia, è corsa alla successione di Felicori: in 77 puntano alla direzione. Il monumento Vanvitelliano il più gettonato d’Italia.

 

Felicori lasciò il mandato con un anno di anticipo rispetto ai termini previsti dal contratto, per sopraggiunti limiti di età. Intanto è stato nominato Commissario Straordinario della Fondazione Ravello.

Molti più del previsto i candidati che ambiscono alla successione dell’ormai ex direttore Mauro Felicori, che dall’Emilia Romagna, e da Bologna in particolare, era sceso a Caserta a dirigere (e risollevare) uno dei monumenti storici – architettonici più imponenti e seguiti al mondo. Da settimane è stato, difatti, diramato il bando internazionale per la direzione dei musei italiani e sono stai ben 77 le domande di potenziali aspiranti alla guida della Reggia Vanvitelliana, il monumento più ambito, se si considera che “solo”  69 esperti puntano invece alle Gallerie dell’Accademia di Venezia e 48 al Parco archeologico di Pompei (i tre istituti di livello dirigenziale di prima fascia rimasti ancora senza direzione). Fra i 20 direttori nominati nel 2015 in seguito al concorso indetto dall’allora Ministro per i Beni Culturali Dario Franceschini, Felicori fu costretto a lasciare il mandato con un anno di anticipo rispetto ai termini previsti dal contratto, per sopraggiunti limiti di età. Importante il lavoro svolto dal bolognese in Terra di Lavoro, tanto che le visite al monumento (ri)divennero presto numerosissime; lo stesso Felicori personaggio molto stimato, tanto da essere accostato ad ipotetiche candidature al Parlamento nazionale (fu il Pd a pensare a questa scelta, poi sfumata). Ma lo stesso Pd non lo ha mollato, tanto che il governatore campano Vincenzo De Luca lo ha appena designato Commissario Straordinario della Fondazione Ravello: “Mauro Felicori è figura di alto profilo e di grande competenza nell’amministrazione e gestione dei beni culturali, come ha più volte dimostrato concretamente nei precedenti incarichi ricoperti – l’annuncio di De Luca. Ha già ottenuto, proprio nella nostra regione risultati importanti e di prestigio che rappresentano ora un obiettivo comune per consolidare e rilanciare ulteriormente il ruolo culturale e artistico internazionale della Fondazione Ravello”. “Ringrazio il Presidente Vincenzo De Luca per la fiducia che mi dimostra e che cercherò di ricambiare con dedizione, ascoltando e lavorando sodo – ha ringraziato lo stesso Felicori. Sento forte la responsabilità che vado ad assumermi, tanto quanto sono grandi Ravello e le ambizioni della Campania”.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu