Castel Volturno. Il “cimitero delle bufale”: orrenda distesa di animali da lattazione in un terreno di un imprenditore agricolo.

bufale castel volturno

Le carcasse degli animali morti sono stati considerati rifiuti speciali a rischio sanitario, e quindi l’Autorità Giudiziaria ne ha disposto l’immediata rimozione e lo smaltimento per termodistruzione.

Un “cimitero delle bufale” è stato scovato a Castel Volturno, in località “Pagliuca” nella azienda agricola, e bufalina in particoalre, di un imprenditore agricolo 74enne, D.R.E., che già in passato aveva ricevuto provvedimento di sequestro di azienda. L’uomo, che possiede 33 capi di bestiamo tra vivi e trovati morti, ma non tutti contrassegnati da apposito marchio, è stato subito denunciato alla Procura della Repubblica del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere con l’accusa di maltrattamento di animali, illecito smaltimenti di carcasse di animali e violazione degli obblighi inerenti la custodia giudiziaria. Diverse erano state le segnalazioni dal servizio sanitario ASL ma anche dai Forestali di Castel Volturno, come di Caserta e di Vairano Patenora. Molto probabilmente gli animali sarebbero morti poichè non nutriti, cosa che li avrebbecondotti lentamente al decesso. Le carcasse degli animali morti sono stati considerati rifiuti speciali a rischio sanitario, e quindi l’Autorità Giudiziaria ne ha disposto l’immediata rimozione e lo smaltimento per termodistruzione.

 

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato né condiviso con terze parti. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori. *

menu
menu