CASTELLO DEL MATESE. Ecco la “Giostra” edizione 2018 a cura dell’Associazione Culturale Cluvia: da venerdì 3 agosto.

I tre cavalieri delle tre contrade, il Cavallo, il Platano e la Torre, armati di lunghe lance, al galoppo dovranno centrare degli anelli posti lungo un campo di gara.

Tutto pronto per uno degli eventi principe dell’estate dell’Alto Casertano: la Giostra che si tiene sulle alture di Castello del Matese a cura dell’Associazione Culturale Cluvia ma col supporto di quasi tutta la cittadinanza. La manifestazione è una sorta di rievocazione storico – medievale ed è divenuta, nel corso delle edizioni, una delle principali attrattive dell’intera area matesina. Nel 1995 l’esordio, poi la narrazione di una parte della storia e della tradizione della comunità matesina si unisce a mostre d’arte, fedeli ricostruzioni storiche e naturalmente, dell’ottimo cibo: nel percorso il visitatore può trovare stands che offrono cibo cotto all’istante, tutti prodotti tipici dell’area. Nel corso dei tre giorni dell’evento è possibile anche spendere l’antica moneta, coniata per l’occasione e distribuita da una sorte di monte dei cambi. Ma il perno dell’intera manifestazione rimane comunque il classico torneo commemorativo dell’assedio dei baroni del 1460, quando la cittadina era la rocca alta alta di Piedimonte Matese, quindi un luogo protetto dove ripararsi per l’ultima resistenza: qui, i tre cavalieri delle tre contrade, il Cavallo, il Platano e la Torre, armati di lunghe lance, al galoppo dovranno centrare degli anelli posti lungo un campo di gara. Proprio questo evento è rievocato con la contesa dello stendardo cittadino da parte dei cavalieri in competizione, ed è il preludio per la proclamazione della contrada reggente, al fianco del Signore del Castello, e per il banchetto finale, in onore del vincitore. Lo scorso anno 2017 ha vinto la contrada del Platano, che vanta il maggior numero di vittorie. Ma ad accompagnare il torneo altre interessanti iniziative, quali eventi musicali, mostre e giochi d’epoca, suoni di flauti e liuti, cornamuse e tamburi, lungo il centro storico del paesello matesino, fino alla Chiesa del Purgatorio sull’antica mulattiera, fino alla Torre Grande e al “Giardino degli Artisti”, piccolo museo a cielo aperto, scrigno di tesori dell’arte locale, dalla pittura alla scultura e all’artigianato tipico. Il sindaco di Castello del Matese, Antonio Montone, ci tiene anche quest’anno a ringraziare l’Associazione e i suoi concittadini “per il costante impegno organizzativo, che permette al nostro paese di rinnovarsi ogni anno nello spirito gioioso e accogliente che l’ha sempre contraddistinto” e invita tutti a una partecipazione “spensierata e conviviale”. Il presidente dell’Associazione Cluvia, Michele Granitto, sottolinea con soddisfazione la crescente curiosità dei visitatori verso la manifestazione, evidenziando un approccio sempre più esigente da parte di tutti coloro che partecipano alla festa: noi cerchiamo di stare al passo senza snaturare l’anima della Giostra, in perenne equilibrio tra tradizione e rinnovamento, come in fondo è stato lo spirito medievale”.

Programma, info e contatti: www.la-giostra.it info@la-giostra.it Facebook: la Giostra di Castello del Matese

PROGRAMMA

VENERDÌ 3 AGOSTO

Ore 20,00 – Cerimoniale de cominciamento: Benedictione de li Cavalieri sullo Sagrato de la Chiesa di Sancta Croce Donatione de lo scudo a lo popolo intero dalla contrada Platano, victoriosa in la Giostra MMXVII
Ore 20,30 – Mercatino de lo Castello. Gli Artigiani al lavoro a cura di Vita Antiqua. Gli spatii, i lochi e li tempi de la Cultura – Il Giardino degli Artisti: Mostre d’Arte. “Salita alla rocca” VII Edizione: passeggiata su l’antico tratturo Piedimonte – Castello, a cura dell’Associazione Love Matese – Raduno in Piazza Carmine in Piedimonte Matese

Ore 21,00 – Accensione de le Fiaccole – La Ronda de li Guardi. Apertura del “Monte de’ cambi”. Apertura de li Banchetti de le Contrade. Apertura de li bancaregli – Cibarie de traditione de lo paese. La Taverna co li Balocchi – giuochi e trastulli del medioevo de lo Castello. La martiale allegoria a cura de “Gli Arcieri del Sud”. Il loco de le afflitioni – Istrumenti de tortura e sofferentia. Musica e giullarìa tra li bastioni, su li sagrati, pe li cortili – Menestrelli allietano lo centro storico: – Clerici Vagantes – Errabundi Musici – Pede Vulpis – Verdiana Leone

SABATO 4 AGOSTO

Ore 20,00 – Mercatino de lo Castello – Gli Artigiani al lavoro. Apertura del Giardino degli Artisti. La Taverna co li Balocchi. Il loco de le afflitioni

Ore 21,00 – Accensione de le Fiaccole – La Ronda de li Guardi. “Pe li mestoli, li cembali e li salterelli – Giubili propitiatori de le Contrade”

Apertura de li Banchetti contradaioli e de li bancaregli. Musica, guitti e giocolieri tra vicoli e sagrati: – Clerici Vagantes – Errabundi Musici

– Pede Vulpis – Verdiana Leone  – Associazione Amici del Teatro “Compagnia de Bon Parole” – Ortona

DOMENICA 5 AGOSTO

Ore 12,00 – L’Hora Gaia – Aperitivo in Piazza Roma: Ippocrasso e Stuzzicarìa a cura dell’Associazione. Culturale Cluvia

Ore 17:30 – Corteo storico dell’Associazione Culturale Cluvia. Sbandieratori e Musici de Sessa Aurunca (CE). Il Bando de la Giostra

Riconsegna de lo Stendardo dallo Signore de lo Castello. Giuramento pe lo novo Torneo XXIV Torneo medievale de “La Giostra”

Ore 21:00 – La Taverna co li Balocchi. Il loco de le afflitioni. Mercatino de lo Castello – Gli Artigiani al lavoro. Apertura del Giardino degli Artisti. Apertura de li Banchetti de le Contrade. Apertura de li bancaregli – Cibarie de traditione de lo paese. Lo Gran Finale: Cerimoniale de li Tre Scudi – Premiatione de la contrada victoriosa. Festeggiamenti de lo novo Signore de lo Castello. Spettacolo de musica antica e de’ popoli con: – Cantus Temporis – Clerici Vagantes – Pede Vulpis – Associazione Amici del Teatro “Compagnia de Bon Parole” – Ortona

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu