Cellole / Sessa Aurunca. Liquami nei canali, sopralluogo della Commissione Terra dei Fuochi. L’on. Gianpiero Zinzi: “Casi non isolati, intervenire su inciviltà e scarichi abusivi”.

“Abbiamo notato segni evidenti di due forme di inquinamento. Il primo conseguenza dell’inciviltà delle persone, il secondo legato agli scarichi abusivi di alcune aziende del circondario”.

Questa mattina la III Commissione speciale ‘Terra dei Fuochi, bonifiche, ecomafie’ del Consiglio regionale della Campania ha effettuato un sopralluogo presso i canali La Pigna e Trenta Palmi in tenimento di Sessa Aurunca e Cellole. All’incontro hanno preso parte il presidente della III Commissione, Gianpiero Zinzi, il dirigente dell’UOD Ambiente della Giunta regionale, Bernardo Pizzi; il direttore del Consorzio Aurunco di Bonifica, Felice Di Giovanni; il consigliere comunale di Cellole con delega all’Ambiente, Umberto Sarno; il coordinatore del Comitato Civico Cellolese, Guido Di Leone ed i volontari Luca Stanziale, Giuseppe De Santis, Angelo Grecola; il componente del direttivo regionale di Legambiente Antonio Gallozzi; il dirigente Arpac Agostino Delle Femmine. “Il sopralluogo – ha dichiarato il Presidente Zinzi – ha evidenziato che i fenomeni denunciati le scorse settimane, e che sono stati al centro di due diverse audizioni in Commissione Terra dei Fuochi, non sono casi eccezionali. Abbiamo notato segni evidenti di due forme di inquinamento. Il primo è conseguenza dell’inciviltà delle persone ed è un elemento da combattere attraverso un nuovo approccio culturale. Il secondo legato agli scarichi abusivi di alcune aziende del circondario. A tal proposito sembra che una di queste abbia avviato una verifica della funzionalità dello scarico del disoleatore. Siamo lieti di apprendere che anche grazie al nostro intervento tempestivo e incalzante si sia giunti ad una possibile svolta in questa emergenza. Accertare le responsabilità non è compito nostro, ma lo è adoperarsi per elaborare norme che incidano sul sistema integrato. La prima occasione sarà proprio il Disegno di Legge sul riordino dei Consorzi di Bonifica che a breve sarà sottoposto all’esame del Consiglio regionale”.

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu