DRAGONI / ALIFE. Le prove di carico al Ponte Margherita, terminata la prima fase: lavori eseguiti da una società di Bolzano commissionata dal Comitato Pro Ponte.

alife-ponte-margherita-prove-caricoDurante questa prima fase è stata eseguita la prima ispezione visiva secondo il Metodo della Valutazione Numerica (MVN).

di Adele Consola

Si è svolta nella giornata di ieri presso il Ponte Margherita la prima fase d’ispezione ad opera della Società 4emme Service S.p.a. con sede centrale a Bolzano. Dopo regolare autorizzazione concessa al Comitato Pro Ponte dalla Provincia di Caserta si è proceduto all’ispezione visiva, dopo aver effettuato un meticoloso lavoro di pulizia da parte di alcuni membri del comitato. Con oltre 30 anni di esperienza, più di 100 tecnici laureati e specializzati in tutte le discipline scientifiche e 19 centri operativi in Italia la 4 EMME Service Spa, leader nel settore, svolge un servizio di prove in sito principalmente su ponti, mediante apparecchiature di propria concezione che consentono di simulare i carichi di esercizio. La loro esperienza spazia in molti settori: monitoraggi strutturali, monitoraggi vibrazionali, indagini sui materiali (calcestruzzo, murature, acciai), controllo di saldature, prove di carico su pali (statiche e dinamiche), rilevazioni termografiche, georadar, laser scanner. Dal 1996 4 EMME Service Spa studia e sviluppa il Metodo Bridge, il sistema più utilizzato in Italia per la gestione automatizzata dei ponti. Il Metodo Bridge è il frutto della collaborazione con numerose università ed amministrazioni italiane e lavora sulla base del Manuale per la Valutazione dello Stato di Degrado dei Ponti. La 4 EMME Service Spa dispone di Laboratori autorizzati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ai quali è stata rilasciata la concessione ad eseguire e certificare prove. Sul Ponte Margherita ieri erano presenti nello specifico il direttore generale del Centro di Bolzano Settimo Martinello, ingegnere e autore di tre testi: Prove in sito”, “Le vibrazioni” e “Caratterizzazione dinamica di edifici”. E Roberto Bruson, ingegnere direttore di Centro e responsabile Area Nazionale e coautore dei testi: “Ispezione Ponti” e “Ispezione Gallerie”. Durante questa prima fase è stata dunque eseguita la prima ispezione visiva secondo il Metodo della Valutazione Numerica (MVN). Questa costituirà il riferimento iniziale per il confronto, negli anni, dello stato generale. Già è stato stilato, dunque, in presenza dei componenti del Comitato pro Ponte, un cronoprogramma di adempimenti che saranno portati avanti nei prossimi giorni.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu