DRAGONI / ALIFE. Ponte Margherita, questione irrisolta: 8 milioni di euro di finanziamenti pubblici fermi che la Provincia non può spendere. E intanto attività commerciali e vita sociale dell’Alto Casertano languono.

dragoni ponte margherita 2016 aLe somme devono necessariamente prima essere appostate in bilancio, nella parte entrate e spese. Per farlo occorre approvare il bilancio previsionale 2016, cosa che ad oggi non è stata ancora fatto (nella foto, la situazione ad oggi del ponte).

Ponte Margherita: ancora atto primo. Tutto fermo, così come previsto, il contrario di come preannunciato, in maniera sconsiderata, frettolosa e superficiale, da alcuni, che davano il Ponte per riaperto, almeno temporaneamente, con buon pace delle quasi mille firme del Comitato Pro-Ponte e delle numerosissime attività artigianali-commerciali che stanno subendo oltremodo la chiusura della struttura. Collocato in un punto nevralgico di collegamento tra l’Alto Casertano, il resto della Provincia di Caserta ed il Sannio, il Ponte Margherita, costruito nell’immediato dopoguerra sopra il Fiume Volturno, confine naturale tra i territori comunali di Alife, Dragoni e Baia Latina, resta chiuso per deficit strutturali certificati da esperti incaricati dell’Università di Napoli. Eppure sarebbero già stati concessi 8 milioni di euro di finanziamento pubblico (Ministero LL.PP.) per la sua ricostruzione, ma neppure un centesimo l’Ente Provincia può spendere in quanto le somme devono necessariamente prima essere appostate in bilancio, nella parte entrate (il finanziamento) e nella parte spese (i costi occorrenti per i lavori alla struttura). Per farlo occorre approvare il bilancio previsionale 2016, cosa che ad oggi non è stata ancora fatto e nessuna previsione può essere presa in esame sui tempi di approvazione (scadenza naturale, salvo proroghe, è il 30 di aprile 2016). Deve necessariamente trovarsi almeno la copertura integrale dei costi, cosa allo stato attuale alquanto difficile. All’orizzonte anche il taglio al personale, con un’inaspettata mobilità da parte dei dipendenti stessi.

Stampa

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu