DRAGONI / ALVIGNANO / ALIFE. Ponte Margherita, la riapertura, ognuno si prende i suoi meriti: da Di Costanzo a Lavornia, da Giaquinto a Mallardo, da Magliocca…

“Con orgoglio rivendico il lavoro fatto per riaprire il Ponte – scrive Lavornia – un percorso irto di difficoltà e di ostacoli avviato già dal mio predecessore Angelo Di Costanzo, quando rivestivo la carica di consigliere provinciale, ed ora portato a termine dal mio successore Giorgio Magliocca”.

“Bravo Silvio Lavornia hai fatto bene a spiegare quanto abbiamo lavorato per poter trovare le risorse sia per riaprire il ponte Margherita – precisa Angelo Di Costanzo, ex primo cittadino di Alvignano e Presidente della Provincia – che per costruirne eventualmente uno nuovo a fianco di quello esistente, purtroppo nessun politico viene apprezzato quando è in carica, anzi è costretto a subire umiliazioni che poi si chiariscono dopo decenni avendo un sistema giudiziario lentissimo, con processi lunghissimi che si risolvono con prescrizioni o assoluzioni, noi abbiamo sempre amato il nostro territorio realizzando tante opere , mi auguro che in futuro sapranno fare meglio di noi”.

ECCO LA NOTA A FIRMA SILVIO LAVORNIA.

PONTE MARGHERITA, LA RIAPERTURA PREVISTA PER DOMANI RAPPRESENTA DAVVERO UNA BELLA NOTIZIA PER IL TERRITORIO E DIMOSTRA LA SERIETÀ E LA CONCRETEZZA DELL’ENTE PROVINCIA CHE, NELL’ULTIMO ANNO E MEZZO, HA LAVORATO ALACREMENTE PER RESTITUIRE UNA INFRASTRUTTURA VITALE PER L’ECONOMIA E LA VIVIBILITÀ DELLA MEDIA VALLE DEL VOLTURNO ED IL MATESE.

Accolgo con grande soddisfazione l’annuncio fatto dall’Ente Provincia della riapertura a due corsie, a partire da domani, del Ponte Margherita – annuncia l’attuale sindaco di Dragoni – al termine dei lavori di messa in sicurezza e riqualificazione del cavalcavia fortemente voluti ed approvati durante la mia presidenza dell‘Amministrazione Provinciale. Con orgoglio rivendico il lavoro fatto per riaprire il Ponte, un percorso irto di difficoltà e di ostacoli avviato già dal mio predecessore Angelo Di Costanzo, quando rivestivo la carica di consigliere provinciale, ed ora portato a termine dal mio successore Giorgio Magliocca (Gio Ste). Ricordo quando, era il 27 settembre 2016, mi insediai alla Presidenza della Provincia di Caserta e quale mio primo atto firmai il decreto che approvava il progetto esecutivo per la messa in sicurezza e la riapertura parziale ad una corsia di Ponte Margherita; con i consiglieri provinciali Stefano Giaquinto e Antonio Mallardo abbiamo lavorato duramente per vedere finalmente le auto transitare nuovamente sull’infrastruttura viaria, e ci siamo dovuti scontrare con oppositori politici, soprattutto del Pd, che non avevamo alcun interesse a restituire una opera così fondamentale per il nostro territorio. A maggio dello scorso anno riuscimmo a riaprire, seppur ad una sola corsia di marcia, il Ponte, avviando da subito le opere di sistemazione dello stesso che oggi sono terminate positivamente. Anche il mio ultimo atto da capo dell’Amministrazione provinciale, lo scorso mese di ottobre, è stato nel segno del cavalcavia sul fiume Volturno che collega il Matese con l’alto casertano ed il resto di Terra di Lavoro: la firma e la sottoscrizione della Convenzione con la Regione Campania per l’attuazione dell’intervento denominato “Messa in sicurezza della direttrice stradale Caserta Monti del Matese”, inserito su richiesta del Presidente Di Costanzo nel Patto per il Sud e finanziato per 8 milioni di euro con fondi Cipe, che prevede l’adeguamento funzionale, statico ed antisismico di Ponte Margherita e la riqualificazione dell’intera strada provinciale 330 che da Dragoni conduce fino a Matese. Con tali risorse, Ponte Margherita tornerà ad essere pienamente funzionante in tutta la sua struttura, senza più alcuna limitazione di spazio delle corsie e di peso degli automezzi che vi transitano. Quel lavoro e quel progetto per riaprire il Ponte a due corsie, seppur ancora con limitazioni di peso, che fu approvato dalla mia Amministrazione, è stato portato a termine nelle ultime settimane, sotto la supervisione dell’attuale Presidente Magliocca, così che da domani mattina il traffico sarà ancora più scorrevole sul cavalcavia. Ora non resta che proseguire nella redazione del progetto generale di sistemazione del Ponte sul Volturno e nell’indizione e svolgimento della gara di appalto per l’aggiudicazione delle opere che potrà avvenire già nei prossimi mesi, sicuro che l’amico Presidente Magliocca saprà completare con celerità il percorso da noi avviato. Ancora una volta, dunque, i fatti smentiscono le parole e le chiacchiere inutili di tanti, e la concretezza e la serietà di chi lavora davvero per il territorio hanno la meglio sulle polemiche sterili e le strumentalizzazioni politiche di pochi!

Stampa
Lascia un commento comment1 commento
  1. marzo 30, 17:36 Anonimo

    e’ bravi—- avete fatto molto meno del vostro dovere!

    reply Reply this comment
mode_editLascia un commento

menu
menu