Foglianise. Rubano un cellulare in un bar ma poi si pentono e si recano dai carabineri dichiarando di averlo trovato: le telecamere li incastrano e vengono denunciati per furto e false dichiarazioni.

 

carabinieri foglianiseSi tratta di un 49enne impiegato ed un 28enne idraulico che avevano rubato il cellulare ad un avvocato di Caserta. I Militari dopo accertamenti e, con il contributo dei colleghi di Sant’Agata de’ Goti, hanno acquisito le immagini delle telecamere interne del bar, sconfessando la versione ricevuta e provvedendo a deferire i due.

Decisamente maldestro il tentativo di due cittadini di Foglianise – un 49enne impiegato ed un 28enne idraulico – di mistificare quanto commesso lo scorso 11 aprile, all’interno di un bar di Sant’Agata de’ Goti. I due, infatti, si erano portati nel capoluogo saticulano per questioni lavorative e, nella circostanza, avevano fatto un break all’interno di un bar ove un uomo – un avvocato del casertano – dopo aver bevuto un caffè si allontanava dimenticando sul bancone un cellulare del valore commerciale di euro 5cento. Accortisi della dimenticanza, “facevano entrambe scudo” al telefonino ed il più giovane lo infilava lestamente nella tasca interna della giacca: quindi, consumate con tutta tranquillità le loro bevande, si allontanavano. Tuttavia il pensiero che l’oggetto potesse essere oggetto di denuncia di furto e, perciò, agevolmente individuato, deve averli indotti a ritornare sui propri passi ed a provare a trasformare l’accaduto: il successivo 19 aprile, infatti, presentatisi entrambe presso la Stazione Carabinieri di Vitulano, hanno dichiarato di aver rinvenuto il telefono nelle circostanze descritte e di non saper rintracciare il proprietario, avendo vanamente atteso da questi una chiamata (peccato che l’apparecchio, già spento, era munito di sim-card con codice pin!). Intuendo che gli eventi non si fossero svolti come dichiarato, i Militari hanno subito avviato gli opportuni accertamenti e, con il contributo dei colleghi di Sant’Agata de’ Goti, hanno acquisito le immagini delle telecamere interne del bar, sconfessando la versione ricevuta e provvedendo a deferire i due all’Autorità Giudiziaria sannita per i reati di furto aggravato e false dichiarazioni alla Polizia Giudiziaria in concorso. Il cellulare è stato sequestrato in attesa di essere restituito al legittimo proprietario.

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu