FRANCOLISE / SANT’ANDREA DEL PIZZONE. Lastre in amianto, rifiuti in genere, scovati in diversi punti dai volontari della DEA: la denuncia di disastro ambientale.

I volontari della DEA hanno di recente effettuato un servizio di monitoraggio ambientale volto all’individuazione di scarichi illeciti che interessano le acque di pubblico demanio. Alla frazione di Sant’Andrea del Pizzone è stato scovato uno scarico illecito consistente in liquami di origine fecale che venivano veicolati per alcuni chilometri nel Canale Agnena, quindi fatti sfociare nel mare Tirreno. Notata una evidente alterazione del colore dell’acque, con conseguente odore nauseabondo, oltre a rifiuti vari in tutta la zona. Sempre a Francolise lungo la Strada provinciale 7 adiacente il campo sportivo in un terreno in stato di totale abbandono ed in prossimità del cortile di una struttura sono state scovate lastre ondulate in amianto. E sempre nel canale Rio Lanzi smaltiti materiali pericolosi, quali lastre ondulate, canne fumarie e relativi comignoli in amianto rotto.

Stampa

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu