Frasso Telesino / San Martino Valle Caudina / Puglianello. Operazione “Alto Impatto” dei carabinieri: ordini di carcerazione, droga, fogli di via e veicoli sequestrati.

news_foto_22447_carabinieri_frasso_telesino

3 ordini di carcerazione, 5 denunce, 4 segnalati per droga, 3 fogli di via e 2 veicoli sequestrati il bilancio dei controlli effettuati nel week end dai carabinieri nell’ambito dell’operazione “Alto Impatto”. Uno studente minorenne di S. Martino Sannita è stato denunciato nel corso di una perquisizione domiciliare perché trovato in possesso di un panetto di hashish già suddiviso in stecche di 65 grammi circa e di un bilancino elettronico di precisione. Deferite 2 studentesse minorenni del capoluogo, bloccate all’interno di un centro commerciale dopo essersi impossessati di cosmetici per 200 euro. La merce rubata era nascosta nei giacconi che indossavano. 25enne di  Puglianello e 19enne fermati alla guida dei rispettivi autoveicoli sprovvisti della copertura assicurativa obbligatoria.Pregiudicato 20enne stato segnalato all’Autorità Giudiziaria perché fermato mentre esponeva in vendita senza alcuna autorizzazione capi di abbigliamento privi di marca. Foglio di via invece per tre giovani pregiudicati provenienti dal Napoletano, tutti con trascorsi penali per reati predatori, controllati per il loro atteggiamento sospetto nei pressi del parcheggio di un centro commerciale di San Giorgio del Sannio. A Frasso Telesino i carabinieri della locale stazione hanno fermato tre giovani, due dei quali in possesso di una modica quantità di hashish: l’auto è stata sequestrata, con ritiro della patente di guida al conducente e segnalazione dei due alla Prefettura di Benevento. Ordine di carcerazione per un pregiudicato 58enne di San Martino Valle Caudina, esponente di un sodalizio criminale della zona, in esecuzione di un ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Napoli. L’uomo era stato arrestato insieme ad un suo complice, il 4 novembre scorso, poi rimesso in libertà per un vizio procedurale in quanto ritenuto responsabile del reato di estorsione in concorso, con l’aggravante del metodo mafioso in danno di due fratelli, titolari di un esercizio commerciante di Airola. Dopo le formalità di rito, il 58enne è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Benevento. Stesso discorso per un 61enne di Pannarano, pregiudicato, già sottoposto agli arresti domiciliari, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dal Tribunale di Benevento dovendo espiare circa 2 anni di reclusione, in quanto definitivamente condannato per i reati di possesso di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e detenzione illegale di armi. In manette anche un 28enne rumeno domiciliato a Cautano, pregiudicato, già sottoposto all’obbligo di presentazione alla P.G., in esecuzione di un’ordinanza per l’aggravamento della misura cautelare emessa dalla Corte d’Appello di Napoli, per l’inosservanza degli obblighi impostogli e su disposizione della stessa Autorità Giudiziaria, è stato ristretto agli arresti domiciliari. Deferita in stato di libertà, invece, una 26enne nigeriana domiciliata presso un centro di accoglienza per rifugiati politici ad Apollosa, sorpresa in flagranza nel tentativo di rubare in un bar una bottiglia di liquore. Segnalati alla competente autorità amministrativa due persone trovate in possesso di una minima quantità di marijuana. A Foglianise, lungo la Fondovalle, è stato ritrovato un carro attrezzi di proprietà di una società di San Martino Valle Caudina che era stato rubato a San Leucio del Sannio lo scorso 10 novembre. Il veicolo, dopo gli accertamenti del caso, è stato restituito al legittimo proprietario. A Colle Sannita i militari della locale stazione hanno deferito in stato di libertà un 56enne di Castelpagano, con numerosi precedenti a carico, per furto di energia elettrica, avendo accertato presso la sua abitazione manomissioni al contatore elettrico.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu