GIOIA SANNITICA. Nuove linee finanziarie per impianti sportivi: incontro in Municipio il prossimo lunedì 23 luglio.

Il Protocollo d’Intesa “Sport Missione Comune 2018” sottoscritto il 24 maggio scorso mette a disposizione degli enti locali uno stanziamento massimo di 18 milioni di contributi.

di Adele Consola

Lunedì 23 luglio alle ore 10:00 presso l’aula consiliare del Comune di Gioia Sannitica si terrà un incontro di aggiornamento sulle recenti nuove linee finanziarie per la realizzazione di impianti sportivi predisposte dall’Istituto per il Credito Sportivo (ICS) con il supporto dell’Anci (Associazione Nazionale Comuni d’Italia). Il Protocollo d’Intesa “Sport Missione Comune 2018” sottoscritto il 24 maggio scorso mette a disposizione degli enti locali uno stanziamento massimo di 18 milioni di contributi, utilizzabili su mutui finalizzati alla costruzione, ampliamento, attrezzatura, miglioramento, ristrutturazione, manutenzione straordinaria, efficientamento energetico, completamento e messa a norma di impianti sportivi e/o strumentali all’attività sportiva, anche a servizio delle scuole. I contributi potranno essere richiesti da Comuni, Unioni dei Comuni, Comuni in forma associata e Città Metropolitane per l’abbattimento totale della quota interessi delle rate dei mutui concessi dall’Istituto per il Credito Sportivo e da stipulare entro il 31/12/2018. Introdurranno il Sindaco di Gioia Sannitica Michelangelo Raccio e il Delegato Coni Michele De Simone, relazionerà il responsabile dell’Istituto per il Credito Sportivo della Campania Giuseppe Ranieri. Previsto l’intervento di un rappresentante dell’Anci. All’incontro sono invitati i Sindaci e/o gli Assessori/Delegati allo Sport dei seguenti comuni: Piedimonte Matese, Alife, Alvignano, Sant’Angelo di Alife, Baia e Latina, Dragoni, San Potito Sannitico, Pratella, Capriati al Volturno, Prata Sannita, Castello Matese, Ailano, Raviscanina, San Gregorio Matese, Valle Agricola, Fontegreca, Letino, Gallo, Ciorlano.

Lascia un commento comment1 commento
  1. luglio 18, 19:10 Antonio M.Melillo

    Iniziativa lodevole.
    E’d’obbligo auspicare e confidare che non si realizzino cattedrali nel deserto.
    Ragionevole programmare in base alle reali esigenze delle singole comunità.
    Antonio M.Melillo

    reply Reply this comment
mode_editLascia un commento

menu
menu