Monteroduni. Furto in abitazione e rapina, pregiudicato arrestato dai Carabinieri.

carabinieri isernia arrestiStava commettendo un furto all’interno di una abitazione privata nella periferia di Monteroduni, quando ieri pomeriggio è stato sorpreso da un vicino di casa del proprietario, nonchè suo familiare e giovane figlio di un militare dell’Arma dei Carabinieri. Un pregiudicato 30enne di Napoli, vistosi scoperto ha tentato la fuga scagliandosi contro il giovane, prima minacciandolo di morte con un cacciavite e poi colpendolo con calci e pugni, procurandogli contusioni giudicate guaribili dai sanitari dell’Ospedale Civile Ferdinando Veneziale di Isernia, con dieci giorni di prognosi. L’immediato intervento di una pattuglia della locale Stazione dei Carabinieri, ha comunque impedito la fuga del malvivente, che è stato bloccato e tratto in arresto. Accompagnato in caserma, dopo le formalità di rito è stato trasferito presso la Casa Circondariale di Isernia, con l’accusa di furto aggravato in abitazione e rapina. Intanto continuano le indagini per accertare se il pregiudicato avesse agito da solo o insieme a qualche complice, e se lo stesso sia coinvolto in altri furti in abitazione verificatisi nel recente passato nel territorio “Pentro”. Per dovere di cronaca si precisa che al contrario di quanto falsamente riportato questa mattina nei “titoli” di un quotidiano locale, nessun linciaggio da parte dei residenti è stato perpetrato nei confronti della persona arrestata che, durante il tentativo di fuga è inciampato riportando una lievissima slogatura ad una caviglia.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu