Donne e violenza. Picchia l’ex marito, palermitana a processo: “Coso inutile, se mi lasci ti rompo le gambe”.

Donna palermitana rinviata a giudizio con l’accusa di stalking nei confronti dell’ex compagno che avrebbe picchiato e perseguitato dopo che avrebbe deciso di interrompere la relazione.

Una donna palermitana sarà processata per stalking nei confronti dell’ex marito, l’avrebbe picchiato e perseguitato. È stato il giudice per l’udienza preliminare del tribunale di Palermo, Nicola Aiello, a rinviare a giudizio una palermitana di 53 anni accusata di stalking nei confronti dell’ex marito. La donna non accettava la fine del matrimonio e avrebbe aggredito l’ex compagno, picchiandolo, graffiandolo e dandogli pizzicotti.

La donna nel corso delle lite avrebbe urlato al marito vittima delle angherie “non servi a nulla”, “sei un coso inutile”, se mi lasci ti rompo le gambe”, “se non ti resetti il cervello ti metto gli psicofarmaci nel cibo”. Quando non era più sotto lo stesso tetto l’ex compagna ha continuato a tormentarlo con decine di telefonate e tanti messaggi: “Ti conviene incontrarmi”, “io ho molta pazienza. Ripeto per il tuo bene incontrami”.

La donna avrebbe anche pedinato l’uomo anche a lavoro. Tutto questo avrebbe provocato nell’ex marito uno stato d’ansia e di paura. Adesso la donna è stata rinviata a giudizio. La prima udienza davanti alla seconda sezione a marzo.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu