PIEDIMONTE MATESE. “L’assessore alla forestazione Nicola Caputo vuole un’Italia che “non lasci nessuno indietro”, però lui in Campania può lasciare indietro i forestali senza stipendio”.

“Siamo certi che l’assessore Caputo non disponga degli “attributi” per realizzare ciò che è utile per gli operai forestali così come come non li dispone per risolvere i problemi degli allevatori di bufale campane”.

(nella foto, la sede della Comunità Montana zona del Matese a Piedimonte Matese)

“Nelle comunità montane campane si registrano le violazioni di legge più palesi d’Italia nei rapporti di lavoro ( come dimostreremo agli ispettorati del lavoro campani), a partire da mostruosi ritardi nelle liquidazioni degli stipendi (anche 10 mesi) e l‘assessore alla forestazione, già definito dal suo Presidente De Luca “bontempone”, ha la faccia tosta di scrivere un post su Facebook in cui rivendica un Italia che ” non lasci indietro nessuno?” – la dura nota di SIFUS CONFALI CAMPANIA per tramite il Segretario Generale Maurizio Grosso.

“Ma perché non comincia a non lasciare indietro nessuno a partire dalla Campania egregio Assessore Caputo?

Perché non propone, immediatamente, alla Giunta e poi al Consiglio Regionale, una variazione di bilancio che consente di anticipare, nelle more che si rendono disponibili i fondi extra regionali, le risorse per pagare I salari dei forestali che da parecchi mesi non percepiscono lo stipendio?

Siamo certi, purtroppo, che l’assessore Caputo non disponga degli “attributi” per realizzare ciò che è utile per gli operai forestali così come come non li dispone per risolvere i problemi degli allevatori di bufale campane. E’ più semplice e comodo scrivere frasi filosofiche che lui per primo non è capace di realizzare! Egregio Assessore, il sifus sta maturando, presto inizieremo a fare i conti”.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu